Quotidiani locali

Salah sfida Ronaldo Il Liverpool cerca di fermare i marziani

A Kiev in palio la Champions, Real Madrid grande favorito Klopp: «Loro forti, ma con noi non hanno ancora giocato»

KIEV (Ucraina). Il Liverpool e Mohamed Salah, l’attaccante egiziano i cui gol hanno portato i Reds fino alla finale di Champions League, puntano ad impedire al Real Madrid di diventare campione d’Europa per il terzo anno consecutivo. Il club spagnolo, dal canto suo, sogna di alzare la sua quarta Champions League in cinque anni a coronamento di una seconda epoca d’oro dopo quella storica delle cinque Coppe dei Campioni consecutive vinte a cavallo fra gli anni ’50 e ’60. Né l’Atletico Madrid (due volte) e né la Juventus lo scorso anno sono riusciti a fermare lo scatenato Cristiano Ronaldo nelle ultime finali. Ma la qualità del gioco offensivo dà al Liverpool motivo di crederci e tutto lascia presagire che allo lo Stadio Olimpico nella capitale ucraina dovrebbe andare in scena una finale indimenticabile.

D’altronde, solo guardando alla storia questa è una finale da sogno. Con 12 vittorie in Coppa dei Campioni il Real non ha rivali nell’albo d’oro. Ma il Liverpool con cinque vittorie, l’ultima nel 2005 nell’incredibile finale contro il Milan a Istanbul, è uno dei club europei più titolati in assoluto. Sotto la guida di Jurgen Klopp, l’avventura dei Reds è iniziata contro l’Hoffenheim negli spareggi lo scorso agosto, è proseguita con un 3-3 a Siviglia nei gironi prima di sbocciare nelle incredibili vittorie su Manchester City e Roma nei quarti e in semifinale. Il Liverpool arriva alla fine con il record di 46 reti in Champions League, con Salah capocannoniere con 11 reti. L’attaccante egiziano ex Roma ha segnato 44 gol fra tutte le competizioni da quando è arrivato dalla Roma l’anno scorso. Il Real ha invece superato da secondo il girone, per poi eliminare via via lungo il suo cammino Psg, Juventus e Bayern Monaco.

«Il Real è fortissimo ma contro di noi deve ancora giocare», ha detto il tecnico del Liverpool Jurgen Klopp nella conferenza stampa della vigilia. «Una finale di Champions League è qualcosa di molto importante». L’esperienza in questo genere di gare è molto importante. Il Real avrà maggiore fiducia rispetto a noi prima dell’inizio della gara, ma la partita si deciderà in campo. Ma è nel Dna del nostro club vincere grandi trofei. Siamo qui perché siamo il Liverpool».

«Cristiano Ronaldo sta bene. Se non è al 150% è al 140%, e credetemi non è poco. Domani giochiamo l’ultima gara della stagione e lui vive per partite di questo tipo», ha dichiarato Zidane in conferenza stampa proprio a proposito di CR7. «Siamo felici di poter disputare un’altra finale e cercheremo di ottenere il massimo. La pressione c’è ma questa è la vita», ha aggiunto.

Le probabili formazioni

REAL

MADRID: Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Casemiro, Kroos, Modric, Isco; Ronaldo, Bale. All.: Zidane.

LIVERPOOL: Karius; Alexander-Arnold, Van Dijk, Lovren, Robertson; Henderson, Milner, Wijnaldum; Mané, Firmino, Salah. All.: Klopp.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro