Quotidiani locali

Vai alla pagina su Carpi calcio
Il Carpi divorzia da Scala. Ora Stefanelli e Benedetti

Carpi Calcio

Il Carpi divorzia da Scala. Ora Stefanelli e Benedetti

Fulmine a ciel sereno in casa biancorossa: il direttore generale lascia. Al suo posto l’attuale direttore sportivo e il segretario in arrivo da Pontedera

CARPI Da team manager a direttore generale sino alle poche righe di comunicato a chiudere il rapporto con il Carpi. La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno e spiega anche le voci dell’avvento in società di Nicola Benedetti, ex segretario del Pontedera. Matteo Scala, in soldoni, non è più un dirigente biancorosso. Non è dato sapere le motivazioni visto che la nota recita solamente: “ll Carpi e il digi Matteo Scala comunicano di aver raggiunto di comune accordo la risoluzione del proprio rapporto lavorativo. Il Carpi ringrazia Matteo Scala per il prezioso lavoro svolto in questi anni a servizio della società biancorossa”.

A questo punto per capire le ragioni della separazione bisogna buttarsi nel campo delle ipotesi. Semplicemente un malcontento per come si è sviluppata l’ultima stagione, forse le tante scommesse sul mercato che non hanno portato i frutti sperati. Chissà. In tal senso non sono arrivati commenti e chiarimenti da parte del diretto interessato o dei vertici carpigiani. Fatto sta che a lasciare il Carpi è un figura centrale come quella di Scala. Le tempistiche dell’addio, tra l’altro, stonano leggermente con una programmazione già ampiamente avviata. L’ormai ex digi, comunque, saluta dopo diverse soddisfazioni e pure con una salvezza, l’ultima, messa a referto da “uomo solo al comando”. “Giuntoliano” di ferro ha cominciato la sua avventura a Carpi nel 2012 come fido scudiero proprio del diesse ora al Napoli. Passo dopo passo ha scalato le gerarchie di via Marx diventato un leader in società. Collante tra la squadra e la proprietà targata Stefano Bonacini, compito importante e non certo semplice. Negli ultimi tempi era finito nell’occhio della critica, quella dei tifosi, per alcune dichiarazioni arrivate nel post Carpi-Perugia. Aveva espresso il malcontento verso una parte di sostenitori biancorossi per i fischi riservati alla squadra. Concetti giusti, quelli, ma forse espressi con parole rivedibili.

La sua eredità dovrebbe essere raccolta da Stefano Stefanelli che a questo punto potrebbe ricoprire il doppio ruolo di direttore generale e

direttore sportivo. Al suo fianco, come raccontato nella giornata di ieri, è pronto a sedersi il segretario Nicola Benedetti, fresco di congedo dal Pontedera. Questo, dunque, dovrebbe essere il nuovo organigramma alla direzione del Carpi, salvo novità in arrivo dalla proprietà.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro