Quotidiani locali

Vai alla pagina su Carpi calcio
Carpi, prime fatiche Stefanelli: «Abbiamo tanto entusiasmo, in arrivo altre pedine»

Carpi Calcio

Carpi, prime fatiche Stefanelli: «Abbiamo tanto entusiasmo, in arrivo altre pedine»

La squadra si è ritrovata in mattinata e al pomeriggio ha lavorato con mister Chezzi sotto gli occhi di Bonacini



C’era tutto il quartier generale biancorosso al primo raduno stagionale: il patron Stefano Bonacini, il presidente Claudio Caliumi e giù giù a scendere, mischiando il nuovo con il vecchio ad ogni gradino. Con i giocatori subito in campo e gli operai al lavoro per smontare la palestra che seguirà la truppa a Fanano, dove il Carpi sarà in ritiro dal 15 al 27 luglio, è toccato a un volto nuovo, il Direttore Generale Stefano Stefanelli, fare il punto: «C’è un grande entusiasmo per iniziare bene la stagione – ha detto – nonostante un mese di mercato aperto che inevitabilmente destabilizzerà. Cercheremo di completare la rosa, ma intanto la squadra dovrà lavorare forte per preparare l’anno». Presenti, ovviamente, anche Marcello Chezzi, in attesa di deroga per sedersi in panchina, Nicola Benedetti, fresco di nomina da Direttore sportivo, e gli ultimi arrivati: l’attaccante Alessandro Piu (’96) e il portiere Alessandro Pasotti (’96).



Squadra pronta solo al 70%, e tanto lavoro ancora da fare: «Arriveranno tre o quattro giocatori – continua il dg – perché davanti qualcosa andrà fatto. Stiamo valutando nel reparto arretrato e a metà campo. Cercheremo di portare giocatori importanti ma dipenderà anche dalle uscite. Noi non tratteniamo nessuno. Chi non è contento di stare qui deve portare qualcosa di concreto e verrà valutato. Il Carpi deve essere per tutti il Real Madrid. L’importante sono la voglia, gli stimoli e l’entusiasmo».



Il destino di Mbakogu è lontano da Carpi, come dimostra la sua assenza nella lista dei convocati. Una decisione «condivisa col giocatore, perché spero che la trattativa condotta direttamente da Bonacini si risolva nel giro di qualche giorno». Le parole su Melchiorri anticipano le certezze della sera: «C’era la volontà di trattenerlo, ma sapevamo benissimo che sarebbe stato difficile e stavamo valutando le alternative. Non siamo sorpresi del suo passaggio al Perugia».



I vari Fabrizio Poli, Simone Colombi, Lorenzo Pasciuti, Fabio Concas e Alessio Sabbione sono ciò che rimane di un Carpi che ha vissuto o conquistato la Serie A. Salvo offerte dell’ultima ora, rimarranno. Rappresentano, come nell’estate scorsa, la spina dorsale della squadra: «Sono giocatori straimportanti e mi auguro che lo rimangano fino alla fine. Ci facciamo affidamento». Qualcun altro avrà invece una nuova chance: «Nzola è un giocatore su cui sia io che l’allenatore crediamo fortemente. Su di lui la società ha fatto un investimento importante. Ad oggi è uno degli attaccanti più importanti della squadra e noi cercheremo di metterlo nelle condizioni per potersi esprimere

al meglio. Anche stamattina mi hanno chiamato per avere informazioni, ma per noi è incedibile». Per Malcore, «ad oggi non ci sono trattative concrete. Se dimostrerà all’allenatore, come credo, di essere un giocatore importante e utile alla squadra, rimarrà». —





TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro