Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Coppa, attesa per la rivale Campionato: tutto tace

Il caos che stanno vivendo serie B e C continua inevitabilmente a ripercuotersi sulla D. Come tutti gli addetti ai lavori, anche i dirigenti del Modena ieri attendevano di conoscere ufficialmente il...

Il caos che stanno vivendo serie B e C continua inevitabilmente a ripercuotersi sulla D. Come tutti gli addetti ai lavori, anche i dirigenti del Modena ieri attendevano di conoscere ufficialmente il proprio cammino nella Coppa Italia di categoria, vista l’imminenza dell’inizio della competizione. Invece nulla, nemmeno una comunicazione ufficiale in merito. Il turno preliminare di Coppa Italia è in programma domenica 19, il primo turno la domenica successiva. Le gare sono secche, con rigori i ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Il caos che stanno vivendo serie B e C continua inevitabilmente a ripercuotersi sulla D. Come tutti gli addetti ai lavori, anche i dirigenti del Modena ieri attendevano di conoscere ufficialmente il proprio cammino nella Coppa Italia di categoria, vista l’imminenza dell’inizio della competizione. Invece nulla, nemmeno una comunicazione ufficiale in merito. Il turno preliminare di Coppa Italia è in programma domenica 19, il primo turno la domenica successiva. Le gare sono secche, con rigori in caso di parità nei tempi regolamentari. A questo punto resta da capire se la Lnd riuscirà a comunicare almeno oggi gli accoppiamenti, per permettere alle società coinvolte di organizzarsi con una settimana di anticipo. Poi, probabilmente al termine della prossima settimana, i tempi saranno finalmente maturi anche per conoscere i gironi del prossimo campionato. Da ieri, infatti, anche il quadro sugli organici è più chiaro. Il Collegio di Garanzia del Coni ha bocciato i ricorsi dei tre club che chiedevano la C: il Santarcangelo voleva che fosse riscritta la classifica finale dell’ultimo campionato e dunque essere riammessa in virtù del fallimento del Vicenza, rinato con il titolo del Bassano, con cui aveva perso il playout; Como e Prato contestavano invece la bocciatura della Figc al ripescaggio in C, arrivate rispettivamente per aver presentato bonifici bancari anziché una fidejussione e per non aver ricevuto la disponibilità dello stadio. Questi ultimi club ora ricorreranno al Tar, strada che dovrebbe essere intrapresa anche dai romagnoli. —