Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

GP Monza, Ferrari al comando nelle prime libere

La Ferrari di Vettel

Sebastian Vettel davanti a Kimi Raikkonen, poi il treno Mercedes Hamilton e Bottas e le due Red Bull. Spaventoso incidente per Ericsson

MODENA. Non è stato certo un venerdì tranquillo quello vissuto a Monza nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Italia. Tra la pioggia del mattino e il botto pauroso di Marcus Ericsson (senza conseguenze sul pilota) nel pomeriggio non si può dire siano mancati i sussulti. È stato però un venerdì in cui - nonostante le molte variabili - la Ferrari ha ribadito di avere attualmente qualcosa in più a livello di performance in pista nei confronti di Mercedes. Una superiorità che Mar ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. Non è stato certo un venerdì tranquillo quello vissuto a Monza nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Italia. Tra la pioggia del mattino e il botto pauroso di Marcus Ericsson (senza conseguenze sul pilota) nel pomeriggio non si può dire siano mancati i sussulti. È stato però un venerdì in cui - nonostante le molte variabili - la Ferrari ha ribadito di avere attualmente qualcosa in più a livello di performance in pista nei confronti di Mercedes. Una superiorità che Maranello dovrà legittimare sabato in qualifica e soprattutto domenica in gara, per tornare a trionfare nel Gran Premio di casa a otto anni dall’ultima volta e soprattutto alimentare la rimonta su Lewis Hamilton nella lotta per il titolo mondiale. Al momento entrambi i piloti sono soddisfatti, stato d’animo non scontato considerando la giornata travagliata vissuta soprattutto da ’Seb’: il tedesco in mattinata, nelle libere iniziate sotto la pioggia che hanno visto prevalere la Force India di Sergio Perez, ha girato poco o niente condizionato da un problema al cambio. Nel pomeriggio la musica è cambiata e Vettel ha fatto segnare il miglior tempo davanti al compagno di squadra, secondo anche in mattinata e parso a proprio agio in tutte le condizioni. Seguono a ruota il blocco Mercedes, con Hamilton davanti a Bottas, il blocco Red Bull, con Verstappen che precede Ricciardo (che oltretutto dovrà partire in fondo alla griglia dovendo scontare una penalità) e infine la coppia della Force India, a indicare gerarchie che sembrano abbastanza definite nella top 10. Oltre allo spaventoso incidente occorso a Ericsson, che in avvio di seconde libere ha perso il controllo della propria monoposto a oltre 300 km/h sbattendo contro le barriere per poi ribaltarsi più volte e distruggere praticamente la sua Alfa Sauber (con annessa bandiera rossa e sospensione di circa 20 minuti), un brivido ha attraverso la schiena dei ferraristi anche per un fuoripista di Sebastian Vettel alla curva Parabolica: il tedesco è finito nella ghiaia ma è riuscito per questione di centimetri a non danneggiare la sua SF71H, arrivata ad ’accarezzarè le barriere di protezione. «Ho esagerato un pò - ha ammesso Seb a motori spenti - È successo un pò di tutto. Questa mattina abbiamo girato poco, il pomeriggio è stato ok. Il bilanciamento della macchina non è ancora perfetto, però penso che domani possiamo lavorare. Non so come sarà il tempo domani ma la macchina funziona. Speriamo di poterci confermare anche nei prossimi giorni». Già, perché su Monza grava anche l’incognita maltempo. Un punto interrogativo in più che tuttavia non preoccupa un combattivo Kimi Raikkonen, che non si è mai imposto nella sua lunga carriera nel ’Tempio della velocità’. «La volta buona per vincere a Monza? Ci proveremo di sicuro - assicura il finlandese - Ovviamente abbiamo potuto girare molto poco sull’asciutto perché al mattino pioveva e poi c’è stata la bandiera rossa nella seconda sessione, ma è andata bene».