Quotidiani locali

Filosofia spiegata ai bambini per educare alla cittadinanza

Al via da oggi la quinta edizione del progetto realizzato con il Comune di Modena Un percorso in parte pubblico e in parte per le insegnanti delle scuole d’infanzia

MODENA. “Educazione alla cittadinanza” è il tema scelto per la quinta edizione del progetto di filosofia con i bambini della Fondazione Collegio San Carlo e dell'assessorato all'Istruzione del Comune. Un progetto

Questo pomeriggio alle 17, alla Fondazione Collegio San Carlo, in via San Carlo 5, Roberto Franchini, presidente della Fondazione Collegio San Carlo, Gianpietro Cavazza, assessore alla Cultura e all'Istruzione del Comune, Alfonso M. Iacono, professore di Storia della filosofia all'Università di Pisa, Giovanni Mari, professore di Storia della filosofia all'Università di Firenze presentano la quinta edizione del progetto “Piccole ragioni. Filosofia con i bambini”, realizzato dalla Fondazione Collegio San Carlo e dall'Assessorato all'Istruzione del Comune di Modena.

Dopo temi quali “utopia” e “autonomia”, quest'anno si è scelto di lavorare sul tema della cittadinanza. Il percorso sarà in parte aperto al pubblico (come in occasione della conferenza su “Educazione alla cittadinanza” proprio in programma oggi in occasione dell’apertura della rassegna) e in parte riservato alle insegnanti delle scuole d'infanzia del Comune di Modena che hanno deciso di partecipare al progetto.

Il lavoro filosofico con i bambini viene realizzato nelle scuole d'infanzia del Comune dalle insegnanti con l'aiuto di formatori esperti. I bambini, nel corso di una serie di incontri programmati, vengono accompagnati dai loro insegnanti a interrogarsi e a discutere su questioni di carattere etico, ragionando passo dopo passo senza dare nulla per scontato.

È un cammino di riflessione critica su cui i bambini vengono accompagnati dalle loro insegnanti allo scopo di fare emergere, attraverso le riflessioni in comune, un'etica della vita sociale, il rispetto per gli altri, il valore della collettività e della comunità. Gli strumenti della filosofia favoriscono infatti il domandare dei bambini, per giungere a risultati nuovi e non scontati. Tutto ciò non per insinuare dubbi e creare incertezze, ma per permettere di conoscere i presupposti delle questioni etiche, sentendosi liberi di poterli utilizzare senza, però, finirne prigionieri.

«Non vogliamo certamente formare dei filosofi - afferma Roberto Franchini - vorremmo infatti provare, con l'aiuto degli insegnanti, a collaborare alla formazione di cittadini attenti e responsabili, che esercitano il diritto di scegliere utilizzando lo spirito critico, mai indifferenti o irrispettosi degli altri».

L'idea-guida del progetto consiste nel favorire il processo di riflessione autonoma, rendendo i pensieri dei bambini visibili attraverso i canali comunicativi a loro più affini come, per esempio, le attività grafiche, l'invenzione di racconti o la drammatizzazione. È ovvio infatti che, nel lavoro didattico e educativo il tema filosofico di volta in volta scelto, dovrà essere declinato secondo forme comprensibili al bambino e soprattutto vicine alle sue esperienze quotidiane. Quindi filosofia come strumento didattico nelle scuole per l'infanzia, partendo dalla constatazione che nello sviluppo conoscitivo del bambino esiste uno spazio, talvolta trascurato,

relativo alla conoscenza etica, messa da parte a favore dello sviluppo dell'intelligenza cognitiva, e al riconoscimento delle emozioni. Per informazioni: Fondazione Collegio San Carlo, via San Carlo 5 - 41121 Modena. Tel. 059.421.208 cc@fondazionesancarlo.it. www.fondazionecollegiosancarlo.it

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics