Quotidiani locali

Buk, viaggio tra le forme dell’amore

Al festival anche Efrem Frontolan: dopo 60 anni cerca la fidanzata della gioventù e regala il suo libro

MODENA. È il trionfo dell'amore a Buk, il festival della piccola e media editoria, aperto anche oggi, fino alle 19.30, al Foro Boario.

Amore tragressivo e amore quasi spirituale, ma sempre amore. Che sia voluttuoso, audace, oggi l'amore tragressivo non turba più di tanto. Il modenese Massimo Casarini, direttore di Damster, ne ha fatto un concorso di letteratura erotica chiamato Eroxè Contest, al quale hanno partecipato un'ottantina di autori. Solo 30 sono stati selezionati per la finale con i racconti sul digitale. Ieri sono stati premiati i primi tre: Piera D'Antonio di Parma, con “Il lato vuoto del letto”, Charlottte Lays di Pistoia, con “Pink Lady”, e Marco Peluso di Napoli con “Viola come un livido”, ex- aequo con la toscana Lady P., autrice de “I brividi in gabbia”.

Lieta sorpresa per i vincitori, i cui nomi sono stati resi noti solo all'apertura delle buste da dove sono uscite anche le pubblicazioni cartacee. Come premio pure mille euro. Esposta da Damster la collana ‘Golosa’ che conta 21 titoli di argomenti enogastronomici. Un vera gioia anche per il palato.

 

Amore romantico è invece quello di Efrem Fontolan, che a 81 anni sente risvegliarsi l'affetto per Mariuccia, insegnante, con cui era fidanzato nel 1951. Per rintracciarla ha distribuito 10 mila volantini in un quartiere di Milano ed è andato anche in televisione nelle trasmissioni di Barbara D'Urso e Magalli.

In questi due giorni è a Buk con il suo libro di lettere “Ti parlavo d'amore Mariù: ha scelto di regalarlo a tutte le donne che si chiamano Maria, come la sua antica fiamma. Per gli altri il prezzo è di un solo euro. In compenso offre 1000 euro a chi lo aiuta a ritrovare il suo primo amore.

“L'amore non è giusto” è titolo del saggio di Davide Rondoni, pubblicato da CartaCanta di Forlì. «Nel testo si punta - sostiene Renzo Casadei - sulla ricerca dello stile e la qualità del linguaggio, ricercando anche autori come Thomas Wolfe».

Piatto forte di Exòrma Editore è il viaggio, come luogo indagato negli aspetti antropologici. «Per il festival della letteratura di viaggio che si svolge a Roma - dice la responsabile Sara Ammirabile - pubblichiamo il catalogo. Nostra anche la collana Perimetrie».

Per la narrrativa annotiamo “La strage dei congiuntivi" di Massimo Roscia; a dispetto del titolo è una lettura che non fa male a nessuno.

Dal fantasy alla narrativa e alla saggistica spazia “A.Car” che presenta il romanzo “Calcio e acciaio” di Gordiano Lupi, tra i selezionati dello Strega 2014. Tra le novità la biografia del cestista Marzorati. E il suo editore Amos Cartabia loda Modena: «Facciamo 60 fiere l'anno, e Buk è tra le più importanti che permette di farci conoscere. Infatti nelle librerie è difficile entrare: ci vanno solamente i grandi editori».

Ammirevole l'interesse che Mucchi di Modena porta a letteratura, filosofia e alla metodologia della traduzione.

Da Anniversary Books di Modena i libri di Paolo Battaglia: sul tavolo il suo “Trovare l'America...”, e “Wandré, l'artista della chitarra elettrica” di Marco Ballestri. Esposte anche le edizioni del Fotomuseo Panini, quando Battaglia era direttore.

Da Errekappa di Carpi primeggiano libri per bambini e per adulti che Monica Fava chiama «testi di crescita personale». Di rilievo i volumi di Zona 42, editrice modenese di Marco Scarabelli e Giorgio Raffaelli, che si occupa di fantascienza di autori internazionali (Ian Mcdonald: Desolution Road; Andrea Viscusi: Dimenticami Trovami Sognami).

Da Grosseto arrivano gli Scrittori Emergenti Uniti: «L’associazione raccoglie - spiega Aurora Filippi - i libri autoprodotti. Vi aderiscono illustratori, impaginatori che possono aiutare lo scrittore. La promozione avviene con le fiere».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista