Quotidiani locali

A Modena una Campionaria a misura di famiglia e “in regalo” a tutti

Ingressi gratuiti per la rassegna che dura 6 giorni nei padiglioni di ModenaFiere.  Stand ma pure laboratori, spettacoli e... Far West

MODENA. È tutta da vivere, per due fine settimana, la Fiera di Modena, 78edizione, nei padiglioni di viale Virgilio. La rassegna, con ingresso gratuito, che apre domani alle 10, non viene meno, come in passato, al suo carattere commerciale con una varietà di prodotti, dall'arredamento alle auto, ma punta su numerose iniziative, estremamente differenziate, che possano coinvolgere i visitatori. Certo, non si può fare a meno di shopping, perché ampia è l'offerta di mobili per interni e esterni, per l'ufficio, di arredo per il giardino, di creazioni di alta qualità di Artigiana Design, i cui progetti mirano a soluzioni di pregio per una “Casa eclettica”. E, del resto, non ci si può sottrarre al desiderio di portare a casa specialità enogastronomiche, non solo modenesi, o di acquistare un'auto, caravan o camper. Ma la manifestazione non consente di annoiarsi, in quanto essa è stata concepita come luogo di attrazione, in cui il pubblico è invitato a immergersi.

Nell'area sport si può partecipare, o solo assistere, da venerdì 29 aprile alle 18, ad esibizioni di ginnastica artistica a cura della Società Panaro, di arti marziali con i migliori maestri anche stranieri (1° Trofeo Kombat Sport), di difesa personale, di danza, acroyoga (un connubio tra yoga, thai massage e acrobatica). Il 1° maggio, alle 11, musica con il Coro dell’Associazione L'Aura Musica. E domani, sabato 23 aprile, alle 10.30 concerto con “Wonderful Seventy” e alle 12 di MuMo Arts Academy. Alle 15 gara nazionale con cantanti, ballerini e aspiranti musicisti tra i cinque e 15 anni, di tutta la regione. In passerella, domenica e lunedì pomeriggio, giovani modelle per le sfilate di moda (anche costumi da mare), a cura di Fashion Street. Nella serata di domenica “Talent show” tutto al femminile, con ragazze italiane tra i 15 e i 25 anni che dimostreranno, con la bellezza, il ballo, il canto e la recitazione, di poter aspirare al mondo dello spettacolo.

leggi anche:

Meritano un défilé anche i cani di razza, lunedì alle 20,30, dopo il concerto, alle 19, del Modena Gospel Chorus. Spettacolo da non perdere è quello dell'American Western Village, con scenografie da Far West, cowboys, gringos, pellerossa, il gioco del tiro a segno e al barattolo, il “battesimo” della sella, di balli country, il piacere di gustare cibi e bevande a suon di musica, con le cover del mitico Johnny nelle interpretazione di Andy Bellofiore, le esibizioni al piano i Piero Chiti. Momenti di cultura degli Indiani d'America (anche mostra di oggetti e manufatti) con conferenze, poesie e racconti di Gilbert Douville, discendente della tribù Sioux. Non si può rinunciare all'enograstronomia in una città che vanta prodotti di eccezione e chef mondiali.

E per apprezzare diverse cucine si può sedere a tavolo in cinque ristoranti. Non mancano altri punti ristoro. Si scopriranno nuove pietanze e abbinamenti gastronomici (anche birra artigianale e tanti dolci) con Lara Vella, Gabriella Gasparini, Ugo Pradella, Silvia e Anna Maria Anselmi. È possibile partecipare a corsi di cucina. Domani si conosceranno, nella Sala dei 400, i nomi dei vincitori del Palio della Ghirlandina riservato agli aceti balsamici tradizionali di Modena di produzione familiare. Si spezzerà anche il pane della cultura, con l'area Librinfiera e le proposte di 30 editori, laboratori per bambini e pure per grandi, incontri con scrittori, educatori ed esperti; con Fierarte che, per 55 volte, è manifestazione ufficiale della Fiera, e con la personale dell'artista formiginese Adriano Venturelli che presenta, tra l'altro, tre grandi opere, di recente produzione, dal titolo “Colors” e la collezione “Black and White”. È sua l'idea di allestire il punto d'incontro “louange bar”.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori