Quotidiani locali

Vai alla pagina su Emotion
Borghi, gioielli italiani

Borghi, gioielli italiani

Il 2017 è stato recentemente inaugurato come “Anno dei Borghi”. Un'iniziativa che mi ha stupito e rallegrato notevolmente visto che io amo moltissimo le piccole realtà piuttosto che le grandi metropoli. Per questo motivo ho creato su Facebook un gruppo che si chiama “Borghi e Villaggi d'Europa”, a cui hanno subito aderito decine di viaggiatori e viaggiatrici entusiasti di poter condividere le fotografie di posti italiani e non, spesso sconosciuti agli outsider.


È stato un puro caso, perché non ne sapevo nulla, avendo addirittura anticipato l'evento. Il ministro Franceschini vuole dar voce alle piccole realtà, quelle che purtroppo si stanno spopolando. Penso che sia un'idea grandiosa, perché il bello della nostra Italia sta proprio nelle nostre tradizioni, che troviamo principalmente nei borghi che punteggiano tutte le nostre regioni.
Anche il Touring da parte sua ha sempre cercato di pubblicizzarli, con le famose bandiere arancioni. Non ultimo, il club de “I borghi più belli d'Italia” il cui sito è per me un punto di riferimento per la programmazione di qualche gita al di fuori dei soliti itinerari.


Proprio per cominciare a dar voce alle nostre piccole realtà, (e per fare un po' di pratica per il corso di fotografia che sto facendo), mi sono recata nel mio borgo preferito: Castelvetro di Modena. Anche ora, con gli alberi spogli, io rimango affascinata dal paesaggio, dalle sue stradine curate, dai colori pastello delle sue case, dallo splendore di Piazza Roma, la piazza degli scacchi. L'insegna in ferro battuto del ristorante “Il Castello” mi incanta sempre... e scatto una foto... dopo averne già fatte almeno 10 le volte precedenti...
All'ingresso del paese dico sempre a mio marito che lo voglio portare a mangiare in uno dei romantici ristoranti di Castelvetro, poi per un motivo o per un altro non veniamo mai. Il Cappero alle Mura è uno dei miei preferiti, così come l'Hostaria del Rio, appena fuori il paese. Sono tornata anche a Levizzano, volevo andare nel cortile del castello, che comunque è meglio fotografare dall'esterno.


Tra l'altro, non ho certo bisogno di ricordarlo,

tutt'intorno a questi due meravigliosi borghi, troviamo grandi vigneti ed acetaie di pregio. Una terra ricca la nostra, che ci rende famosi in tutto il Mondo, ed orgogliosi ancora una volta di essere “mudnes”!
www.viaggiareconlaura.it
Pagina Facebook: Viaggiare con Laura

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon