Quotidiani locali

Modena, dalla strada al carcere: un teatro nella città come partecipazione

Spettacoli, performance in luoghi insoliti della città, concerti, laboratori e incontri di approfondimento. Il “Trasparenze festival” è tutto questo e molto altro. La quinta edizione della...

MODENA. Spettacoli, performance in luoghi insoliti della città, concerti, laboratori e incontri di approfondimento. Il “Trasparenze festival” è tutto questo e molto altro. La quinta edizione della kermesse organizzata dal Teatro dei Venti, nell’ambito del progetto “Andante”, sarà inaugurata mercoledì prossimo.

Ieri mattina, nel parco adiacente il teatro di via San Giovanni Bosco, è stato presentato il programma. Ad illustrarlo Stefano Tè, il direttore artistico, affiancato da Caterina Gambetta, rappresentante della “Konsulta”, e Giampietro Cavazza, assessore alla Cultura. Il primo appuntamento è prevista per mercoledì 10 alle 19.30. L’apertura avverrà in modo non tradizionale. Ci sarà, infatti, un brindisi iniziale e a seguire un attraversamento urbano ispirato all’opera di Italo Calvino “Le città invisibili”. «Con la modalità scelta per la rappresentazione d’apertura vogliamo far capire - ha esordito Stefano Tè - qual è il nostro punto di vista sul ruolo della cultura e del teatro: cioè la riacquisizione di spazi urbani e il ricollocarsi del teatro nella società, come luogo di partecipazione». Lo spettacolo inizierà nei pressi del parco di via San Giovanni Bosco per poi spostarsi nel quartiere. «Il parcheggio di fronte al teatro verrà occupato da sedie - ha raccontato Tè - disposte in cerchio. Gli attori, successivamente, daranno luogo all’attraversamento urbano». Al battesimo della rassegna teatrale saranno presenti decine di attori. All’inaugurazione parteciperanno, infatti, corsisti del centro di formazione del teatro dei Venti, ragazzi richiedenti asilo del progetto “Mare Nostrum”, utenti del gruppo “L’albatro - teatro e salute mentale”, alcuni ospiti della casa protetta San Giovanni Bosco e i detenuti del carcere che hanno aderito all'iniziativa. Proprio il carcere sarà la cornice di due spettacoli aperti al pubblico. Il primo dei quali, intitolato “Malaluna” di Vincenzo Pirrotta, si terrà giovedì 11 alle 18 presso la casa circondariale in via Sant’Anna. “All’inferno - furore e rimorso” è, invece, il titolo del laboratorio della compagnia ligure Kronoteatro, in collaborazione coi detenuti del carcere modenese, che si terrà il giorno seguente alle 18. Alle 19, venerdì 12 e sabato 13, andrà in scena, negli appartamenti e nelle celle della casa circondariale, il “Discorso sul mito” di Vittorio Continelli. Altro luogo insolito, scelto come sfondo per gli spettacoli e previsto per sabato 13 alle 10, è la stazione ferroviaria. Il centro cittadino diverrà teatro di performance da palcoscenico con “Footloose”, l’esito del laboratorio nato dalla collaborazione tra “Teatroingestazione” e richiedenti asilo di “Mare Nostrum”, che si terrà sabato 13 alle 11.30.

Anche le cabine telefoniche cambieranno le vesti trasformandosi in cabine telefoniche letterarie. Grazie al progetto del teatro Magro, alla cornetta, si potrà ascoltare un brano tratto dall’opera scelta. Altre importanti caratteristiche del “Trasparenze festival” sono i progetti curati dai giovani, come ad esempio “Spettatori erranti - gite contemporanee”, che dà l’avvio a viaggi d’istruzione di studenti provenienti da altre città italiane, e la presentazione di due produzioni internazionali: una italo-tedesca e l’altra messicana. Per quanto riguarda i primi, sarà proprio la Konsulta, il gruppo di spettatori “under 25” attivo nell’ideazione del programma dal 2012, ad ospitare il progetto “Spettatori erranti” e a svolgere il ruolo di intermediazione tra artisti e pubblico. Sarà, altresì, inaugurato il progetto “Cantieri”. Le quattro giovani realtà

artistiche coinvolte si esibiranno negli spazi del teatro d’avanguardia popolare Cajka. Domenica 14, giorno conclusivo del festival, si chiuderà il cerchio con uno spettacolo presso il teatro dei Segni. Il programma completo è possibile trovarlo all’indirizzo www.trasparenzefestival.it.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro