Quotidiani locali

“Passa la Parola” all’esordio sul palco del Salone del libro E oggi l’anteprima a Vignola

TORINO. Torino. Fa parte delle 71 manifestazioni culturali provenienti da tutta Italia presenti negli spazi del Superfestival, l’area del Salone del Libro di Torino dedicata all’Italia della Cultura,...

TORINO. Torino. Fa parte delle 71 manifestazioni culturali provenienti da tutta Italia presenti negli spazi del Superfestival, l’area del Salone del Libro di Torino dedicata all’Italia della Cultura, il festival modenese Passa la Parola che qui ha presentato, ieri, il ricco programma della settima edizione: un cartellone con oltre 80 autori, artisti, illustratori presenti, sei comuni coinvolti, 16 giorni di Festival, e più di 70 eventi tutti gratuiti.
«Essere arrivati fin qui - ha sottolineato Stefano Gobbi, presidente del Centro Sportivo Italiano di Modena - è per noi motivo di grande orgoglio. Siamo partiti sette anni fa, in mezzo c'è stato anche un terremoto che ci ha fatto ripartire da zero, ma non ci siamo fermati. E i risultati un po' di ragione ce l'hanno data. Se siamo qui, con tante case editrici dell'editoria per ragazzi che ci danno fiducia, il merito è di chi il festival lo fa crescere anno dopo anno».
Le libraie Milena Minelli e Sara Tarabusi, direttrici artistiche del festival, confermano: «È un progetto nel quale crediamo con forza, perché crediamo nella cultura del libro e nell’educazione alla lettura, al piacere della lettura di qualità. Noi cerchiamo di diffondere un modo di lavorare e fare cultura partendo dal nostro lavoro di librai indipendenti per ragazzi, appassionati, preparati e qualificati. Nasciamo tutti potenziali lettori. Se lo diventeremo sarà grazie all’incontro con il libro giusto». Novità di quest’anno l’avamprima di Castelfranco Emilia, che ha visto protagonista il Premio Strega Luigi Garlando, e quella di Vignola, oggi e domani, 19 e 20 maggio, che vedrà tra gli autori presenti Melvin Burgess e Silvia Roncaglia per poi proseguire a Formigine il 16 e 17 settembre, a Modena dal 21 al 24 settembre, a Spilamberto il 30 settembre, a Castelvetro di Modena l’1 ottobre quando si potranno incontrare, tra gli altri, Francois Roca, Fred Bernard, Matthieu Maudet, Rotraut Susanne Berner, Roger Olmos, Bernard Friot, Gilles Bachelet, Gaia Guasti, Davide Morosinotto, Fabio Geda, Nadia Terranova, Giudo Sgardoli, Antonio Ferrara, Janna Carioli, Andrea Valente, Chiara Carrer e Antonio A. C. Quarello.
Verrà coinvolto, come sempre, il mondo scolastico con gli “Incontri con l’autore” aperti alla scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado e con gli eventi collaterali come le mostre e il corso “Gocce di Voce” sull’uso della voce e lettura animata per genitori, insegnanti, formatori e bibliotecari curato da Sara Tarabusi. Ritorna con una nuova forma anche il concorso “Salvalaparola”, che nel 2016 si è trasformato in un libro edito da Lapis e scritto da Andrea Valente, distribuito in tutte le librerie: titolo e tema del volume 2017 “Personaggi come Te”, dedicato a persone, animali o cose delle fiabe, e che sarà presentato a settembre durante la tappa del Festival ospitata a Modena. Anche grazie a questo concorso il festival supera i confini locali: l’autore Andrea Valente, in questi mesi, ha infatti incontrato 10 classi (circa 250 bambini) di IV e V elementare della Scuola Fiume Giallo di Roma. La pubblicazione del volume, viene reso noto, si avvale pertanto anche della collaborazione degli Istituti di Roma che hanno partecipato all’evento e vede tra i partner la Regione Lazio.
Nato grazie alla Libreria indipendente
Castello di carta e al CSI, il Festival Passa la Parola ha il patrocinio del Comune di Modena ed è realizzato con il contributo dei Comuni di Castelfranco Emilia, Vignola, Modena, Formigine, Spilamberto e Castelvetro di Modena. Per informazioni sul festival: www.passalaparola.it.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik