Quotidiani locali

“Comici”, torna la rassegna del buonumore

Protagonisti Cevoli, Vernia, Micheli, Rossi, Gnocchi, Barbera, Ornano, Hendel, Migone e Mannino

MODENA. La rassegna dei “Comici” prenderà il via il 3 novembre con Paolo Cevoli che porterà in scena “La Bibbia” per la regia di Daniele Sala. Cevoli rivede il sacro testo come una grande rappresentazione teatrale dove Dio è “il primo attore” che convoca sul palcoscenico dell’universo i personaggi della Bibbia. Il 25 novembre sarà la volta di Giovanni Vernia con “Sotto il vestito, Vernia”. Nello show, fatto di monologhi, aneddoti, parodie e buona musica, Giovanni Vernia ci racconta in modo esilarante i disagi di un “famoso per caso” e ci svela chi c’è veramente sotto tutte le maschere a cui ci ha abituato, da Jonny Groove a Fabrizio Corona, da Mika a Jovanotti, da Pif a Fedez a Gianluca Vacchi. Il 1 dicembre Maurizio Micheli in “Uomo solo in fila”, al pianoforte Gianluca Sambataro. Una fila che non si sa quando è cominciata e quando finirà, in un luogo che non si sa bene cosa sia e dove sia, in fila con altri esseri umani che aspettano di essere chiamati per conoscere il loro destino. Riccardo Rossi con “That’s life!”, scritto con Alberto di Risio, sarà sul palco il 9 dicembre. L’attore romano racconta la sua personale visione della vita.. Il 2018 inizia con Gene Gnocchi, l'11 gennaio, con “Il procacciatore”. Gnocchi, dopo lunghi anni di ricerche, è riuscito a individuare l’unica via di salvezza: perseguire in modo sistematico la deficienza. Il 26 e 27 gennaio Anna Maria Barbera con l'originale “Ma Voi… Come Stai?!”. Così Sconsy si rivolge all’amato pubblico, cercando con l’ironia profonda che la contraddistingue, quel sentimento della vita, quel famoso “gusto pieno” che la pubblicità promette amaro, quando invece lo si vorrebbe dolce. Antonio Ornano sarà a Modena il 16 febbraio con “Horny”. Horny è il soprannome di Antonio Ornano, un uomo adulto che ancora deve capire cosa si aspetta dalla vita. Il 2 marzo Paolo Hendel porterà nel teatro di via Giardini, “Fuga da via Pigafetta” (regia di Gioele Dix) mentre Paolo Migone replicherà il 16 marzo con “Gli uomini vengono da Marte”. Il 13 e 14 aprile ritorna Teresa Mannino che presenta “Sento la Terra girare”. Dopo 154 date nei teatri italiani con il suo
spettacolo “Sono nata il ventitré”, con cui ha raccontato la sua infanzia, la sua vita e come è cambiato il mondo attorno a lei, Teresa Mannino torna con uno spettacolo, ispirato alla sua amata Sicilia. Chiude la rassegna “Comici” Vanni De Luca con “Prodigi” il 19 aprile. (n.c.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie