Quotidiani locali

Dalla prosa al teatro civile cinquanta titoli in cartellone

Apertura a fine ottobre con Iva Zanicchi e Marisa Laurito in “Due donne in fuga” Tanti i grandi nomi della prosa italiana. Incontri con opinionisti e giornalisti

MODENA. Saranno cinquanta gli spettacoli per la 29esima stagione del Michelangelo con diverse conferme ma anche piacevoli novità. Un ricco cartellone di prosa (che passa da 14 a 16 spettacoli), ma anche musical, balletti, comici, concerti e la novità del “Teatro Civile”. Arriveranno a Modena nomi come Paolo Mieli, Federico e Jacopo Rampini, Andrea Scanzi, Corrado Augias e Gianluigi Paragone. Alla presentazione di ieri mattina (aperta al pubblico) erano presenti il direttore del teatro Berto Gavioli, l'assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza e un ospite del cartellone: Roberto Ciufoli. «Lo scorso anno abbiamo superato le 40mila presenze - ha puntualizzato Gavioli - e per una città come Modena è una cifra considerevole. Sono 29 anni che ci siamo e la città risponde molto bene, anche se abbiamo poca attenzione da parte dell'amministrazione comunale. Noi andiamo avanti perché c'è un pubblico che ci premia«. «Modena è sempre di più la città dei teatri - ha spiegato l'assessore Cavazza - Un cittadino che va a teatro alza il livello culturale della città. Il Teatro Civile dà l'opportunità di riflettere su questioni importanti del nostro tempo. Altro merito del Michelangelo è quello di coinvolgere giovani e studenti». Per Roberto Ciufoli invece «la concorrenza fa bene al teatro. Quanti più spettacoli belli ci sono in giro meglio è».

Apriranno la stagione, dal 24 al 26 ottobre, Iva Zanicchi e Marisa Laurito con Due donne in fuga. Protagoniste l'anziana Claude e la poco più giovane Margot. Le due donne s'incontrano mentre fanno l'autostop. Diventano amiche in un viaggio pieno di avventure fino a quando non realizzeranno il loro sogno. A seguire, il 31 ottobre e l'1 e 2 novembre, il gradito ritorno di Silvio Orlando in Lacci, tratto dal romanzo di Domenico Starnone. Una storia emozionante e forte, racconto magistrale di una fuga, di un ritorno, di tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera. Il trio formato da Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti e Gigio Alberti porterà in scena, dal 7 al 9 novembre, Hollywood di Ron Rutchinson. Una commedia che dal suo esordio nel 2004 ha avuto più di 10 milioni di spettatori in tutto il mondo. Dal 14 al 16 novembre arriva La cena dei cretini di Francis Weber, con la coppia Paolo Triestino e Nicola Pistoia, interpreti e registi di un classico della commedia francese. Le bal, di Giancarlo Fares, dal film di Ettore Scola “Ballando Ballando”, sarà al Michelangelo dal 21 al 23 novembre. Roberto Ciufoli, Gaspare e Max Pisu sono gli interpreti di Sabbie mobili di Benvenuti, Pistarino, Formicola, commedia che si potrà vedere dal 5 al 7 dicembre. Ritorna al Michelangelo Carlo Buccirosso con il suo spettacolo Il pomo della discordia in scena dal 12 al 14 dicembre. Insieme a lui Maria Nazionale. Sabrina Impacciatore e Walter Malosti proporranno, dal 16 al 18 gennaio, Venere in pelliccia. Altro ritorno quello di Attori e Tecnici con Il diavolo certamente, di Andrea Camilleri per la regia di Stefano Messina. Torna a calcare il palco del teatro modenese anche Francesco Pannofino che, insieme ad Emanuela Rossi sarà impegnato, dal 6 all'8 febbraio, in Bukurosh, mio nipote. Novità assoluta è la coppia Corrado Tedeschi-Anna Galiena in Notte di passione che si potrà seguire dal 13 al 15 febbraio. Il cartellone prosegue dal 20 al 22 febbraio con Gabriele Pignotta impegnato in Che disastro di commedia di Henry Lewis per la regia di Mark Bell. Per la prima volta al Teatro Michelangelo Lello Arena che, insieme a Giorgia Trasselli, delizierà il pubblico modenese, il 27 e 28 febbraio e 1 marzo, con Parenti serpenti di Carmine Amoroso. Era stata una delle sorprese dello scorsa stagione e ci teneva a ritornare. Marco Cavallaro, dal 6 all'8 marzo, sarà in scena con Claudia Ferri in That's amore che lo vede anche in veste di regista. Penultimo spettacolo, dal 13 al 15 marzo,
Tutte a casa con Paola Gassman e Paola Tiziana Cruciani. A chiudere, dal 20 al 22 marzo, in scena Boomerang con Amandra Sandrelli e Simone Colombari.

Gli abbonamenti sono già in vendita mentre per i biglietti bisognerà aspettare il 2 ottobre. Info 059/343662.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie