Quotidiani locali

LIBRERIA UBIK 

Sport e fede, Klaudio Ndoja si racconta a Modena

 Alle 18 di oggi, presso la libreria Ubik di Modena, Michele Pettene e Klaudio Ndoja presentano “La morte è certa, la vita no. La storia di Klaudio Ndoja”.

MODENA. Alle 18 di oggi, presso la libreria Ubik di Modena, Michele Pettene e Klaudio Ndoja presentano “La morte è certa, la vita no. La storia di Klaudio Ndoja”. Dalla guerra civile e i proiettili vaganti nella natia e mortale Albania, all'incontro con il Papa Francesco in piazza San Pietro come rappresentante del Centro Sportivo Italiano. Da clandestino invisibile sbarcato nell'Italia difficile ma generosa del nuovo millennio ad acclamato capitano di una squadra di seria A di pallacanestro.

Questo e tanto altro è Klaudio Ndoja, un ragazzo particolare che ha avuto il grande merito di non darsi mai per vinto quando tutto il mondo attorno sembrava stesse per crollargli addosso. Da quel momento in poi è stata una scalata faticosa, lastricata di sacrifici e sudore, ma percorsa sempre a testa alta, senza mai arrendersi, provando con orgoglio e con tutte le proprie forze a vincere l'ultima partita di ogni stagione. Perché, come ha detto lui stesso con voce rotta al microfono, davanti al Papa e a una platea vasta di persone: "Non sono un campione sportivo, ma credo di esserlo nella vita grazie all'insegnamento dei miei genitori e

dello sport. E dico ai ragazzini: se avete un sogno andate avanti, combattete, abbiate fede. Tutto è raggiungibile, io ne sono la prova". Michele Pettene si occupa di pallacanestro, musica e cinema, anche se è stato giocatore e allenatore “di scarso successo”.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista