Quotidiani locali

al nuovo di castelfranco 

A Castelfranco protagonista la musica da film con Cinestesia

Le più celebri colonne sonore saranno protagoniste di “Il Cinema in Concerto” serata musicale ad ingresso gratuito che si terrà questa sera alle 20.30 al Cinema Nuovo

CASTELFRANCO. Le più celebri colonne sonore saranno protagoniste di “Il Cinema in Concerto” serata musicale ad ingresso gratuito che si terrà questa sera alle 20.30 al Cinema Nuovo. Il quintetto “Cinestesia” composto da Francesco Gibellini alla tromba, Clara Fanticini al violino, Francesco Luglini all'oboe e corno inglese, Alberto Spagni al pianoforte e Michele Gadioli al controfagotto, si cimenterà con le note di Nicola Piovani, Michael Kamen, Nino Rota, Ennio Morricone e tanti altri. La melodia agrodolce della suite da “La vita è bella”, l'epico incedere dell'overture di “Robin Hood Principe dei ladri”, la dolce sequenza della suite di Forrest Gump Suite, le inconfondibili invenzioni ritmiche di Ennio Morricone che ci trasportano subito in atmosfere western e altri brani che riconoscerete all'istante riecheggeranno per tutta la serata.

Gli arrangiamenti sono tutti a cura di Francesco Gibellini. I componenti del quintetto sono tutti musicisti di prim’ordine: Gibellini si è diplomato nella classe di tromba del Conservatorio di stato “Arrigo Boito” e si esibisce in Italia e all'estero con importanti formazioni orchestrali. Clara Fanticini si è diplomata al conservatorio di Parma a pieni voti ed è primo violino della Capella Regiensis di Reggio Emilia, è primo dei secondi violini nella Grande Orchestra, formazione che si esibisce insieme all’Accademia di bel Canto (Cubec) di Mirella Freni; stesso ruolo ricopre presso la Cappella Muscale del Duomo di Modena. Anche Francesco Luglini è diplomato a pieni voti al conservatorio di Parma e ha collaborato con la Sinfonieorchester dell’Hochschule “R. Schumann” di Dusseldorf, l'Orchestra Sinfonica di Savona, l'Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e la Filarmonica “Arturo Toscanini”. Alberto Spagni si è diplomato a pieni voti in pianoforte all'“Orazio Vecchi” e accompagna ensemble vocali e strumentali, affiancando alla musica classica la musica jazz.

È organista ufficiale della chiesa di San Francesco in Rocca di Sassuolo. Michele Gadioli si è diplomato in fagotto con il massimo dei voti presso l’Istituto “Achille Peri” di Reggio Emilia; ma sin dai primi anni di studi ha approfondito lo studio del Controfagotto, strumento di cui ora è specialista. Parallelamente all’attività di esecutore ha al suo attivo diverse trascrizioni per ensemble (da Mussorgsky, Shostakovic e altri) e proprie composizioni originali (partecipando

anche a diverse edizioni della rassegna “Compositori a Confronto” in qualità di compositore). È divenuto di fatto il primo strumentista italiano che rompe la tradizione mono-sistemica del fagotto nelle orchestre ed ensembles italiani. (m.v.m.)


 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista