Quotidiani locali

Modena, "Il Simposio da Platone": un gioco teatrale per indagare l’eros

Uno spettacolo che riaccende la collaborazione tra la Fondazione Collegio San Carlo ed Emilia Romagna Teatro, in scena da venerdì 8 a domenica 10 dicembre presso la...

MODENA. Uno spettacolo, “Il Simposio da Platone” che riaccende la collaborazione tra la Fondazione Collegio San Carlo ed Emilia Romagna Teatro, in scena da venerdì 8 a domenica 10 dicembre presso la Fondazione Collegio San Carlo. L’opera di Platone “rivive” sul palcoscenico, con testi scelti da Carlo Altini, direttore scientifico della Fondazione San Carlo e la drammaturgia a cura di Lino Guanciale. Dopo “Il Sofista”, “La Repubblica” e “Parole in guerra” continua, dunque, la lunga collaborazione fra Ert e la Fondazione San Carlo.

«È dal 2010 che collaboriamo con la Fondazione - commenta Giuliano Barbolini, presidente di Ert - c’è una nuova energia tra di noi, un dialogo fra due soggetti culturali che va avanti da svariati anni. La nostra è un’idea di teatro partecipe e fatto di crescita costante, che possa essere l'espressione culturale di una società e contribuire a far crescere la coesione sociale».

Il Simposio, in questa versione, approda nel regno di Eros, divinità dalla natura sfuggente e potente, intorno al quale si sviluppa la ricerca e il cuore dello spettacolo, come spiega Claudio Longhi, direttore di Ert: «La riflessione intorno a Platone segna un passaggio cruciale nella storia del teatro europeo. C’è la centralità della dimensione dell’eros in questo dialogo, una riflessione sull’amore e sulle ripercussioni di questa dimensione nel vivere umano».

L’eros quindi diventa il protagonista in questo gioco teatrale e filosofico. Attorno al banchetto, il simposio eponimo, imbandito dal poeta Agatone, in una notte attica del 416 a.C. per voce dei commensali, prende corpo l'indagine sull'eros, attraverso i sette attori protagonisti, dove Platone parla per bocca di Socrate che riporta il racconto eccezionale di Diotima mentre dietro al polimorfe dio Eros si scorge il profilo di madama Filosofia. «Con questo spettacolo - commenta Carlo Altini - si vuole inquadrare dal punto di vista storico-filosofico una delle opere più conosciute e amate di Platone».

Nel cast molti attori di Ert già noti al pubblico modenese: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia e Simone Tangolo. «Il teatro - afferma Roberto Franchini, presidente della Fondazione San Carlo - è sempre stato una piazza aperta sulle città, con convinzione e passione. Permette di elaborare e confrontare emozioni e pensieri che restano allo spettatore e questo è davvero essenziale per

la vita culturale di una città. La collaborazione con Ert si rinnova con questo spettacolo che continua un importante studio su Platone». Una sovrapposizione tra sapere e amore, tra scoperta e desiderio, capace di plasmare tanto il pensiero antico quanto quello contemporaneo.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik