Quotidiani locali

Dedicato a Falcone La legalità in scena col Teatro dell’Orsa

NOVI. “Giovanni Falcone: un uomo” è lo spettacolo del Teatro dell’Orsa, voluto dall’amministrazione comunale per sensibilizzare sui temi della legalità. Sarà proposto oggi alla Sala Civica in doppia...

NOVI. “Giovanni Falcone: un uomo” è lo spettacolo del Teatro dell’Orsa, voluto dall’amministrazione comunale per sensibilizzare sui temi della legalità. Sarà proposto oggi alla Sala Civica in doppia replica: la mattina (alle 10.30) per gli studenti e la sera (alle 21) per tutto il pubblico. Monica Morini e Bernardino Bonzani del Teatro dell’Orsa (autori ed interpreti) introducono così lo spettacolo: «La narrazione si muove sulle parole pronunciate da Falcone e dai testimoni che lo hanno conosciuto: il suo impegno, le vittorie e le sconfitte. Le mosse della “battaglia” dal palazzo di giustizia, u palazzu, contro il mostro, il carciofo, Cosa Nostra. La macchina del fango: le difficoltà, il sospetto che lo circonda e crea discredito intorno alla sua azione indomita, coraggiosa, costante. La strage di Capaci ferma lui e la sua scorta, ma non le sue idee. Falcone non è soltanto un magistrato che lotta contro la mafia, ma un uomo delle istituzioni che crede fermamente nei valori della democrazia e della legalità». La performance dedicata a Falcone, che si avvale della collaborazione alla ricerca e drammaturgia di Annamaria Gozzi, è sostenuta da brani di Astor Piazzolla e di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni suonati dal vivo al pianoforte da Claudia Catellani. «In un paese senza memoria come il nostro - aggiungono gli artisti del Teatro dell’Orsa - le parole di Falcone risuonano come un incoraggiamento. Era lui a sostenere che “gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”. In scena noi portiamo le sue parole vibranti, la sua etica e la sua forza, ma anche tutta la sua inquietudine, intelligenza e sensibilità. Cerchiamo anche di dare spazio ai suoi sentimenti più nascosti, come l’amore per la moglie Francesca. Un racconto teatrale a cui, a volte abbiamo voluto dare i toni e i ritmi di un poliziesco, di un thriller
e che non lascia il pubblico indifferente, trascinandolo in una tensione emotiva costante. Uno spettacolo che abbiamo deciso di dedicare all’odierna lotta contro le mafie: per dirla con le parole di Falcone, a quel “cancro a maglie larghe” che ancora affligge la nostra società civile».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista