Quotidiani locali

Modena, il film su Rinaldi Così le scenografie diventano arte

Si terrà alle 20 di oggi, al Teatro Comunale Luciano Pavarotti, un appuntamento dedicato al pittore e scenografo Rinaldo Rinaldi, storico collaboratore del teatro e artista di fama...

MODENA. Si terrà alle 20 di oggi, al Teatro Comunale Luciano Pavarotti, un appuntamento dedicato al pittore e scenografo Rinaldo Rinaldi, storico collaboratore del teatro e artista di fama internazionale. Nell’occasione verrà proiettato in anteprima il film documentario a lui dedicato “L’ultima cattedrale”. La pellicola, su regia di Matteo Ferrarini, è prodotta da Matteo Pecorara e Small Boss con il supporto di MIBACT, di Film Commission Emilia-Romagna e del Comune di Modena. La serata, per la durata di un’ora e mezza circa, è ad ingresso libero (fino ad esaurimento posti, senza posti assegnati).

Originario di Nonantola, Rinaldo Rinaldi, insieme alla sua scuola, è l'ultimo pittore di fondali a dipingere nella sala di scenografia di un teatro d'opera italiano, il Comunale di Modena. La sua esperienza personale rappresenta la conservazione e il rinnovamento in un campo artistico intrinsecamente artigianale, gettando luce su una figura artistica e professionale intimamente legata alla tradizione scenografica del teatro d’opera e spesso ignorata da pubblico e critica. Propugnatore dell'arte pittorica come forma d'arte applicata, Rinaldi si è prodigato sin dalla fine degli anni Settanta per svilupparne al massimo le possibilità in campo scenografico, cercando di coniugare la tradizione con la ricerca di nuovi materiali da applicare alle grandi dimensioni. Nel 1983 la perizia raggiunta gli ha consentito di avviare una salda collaborazione con il regista Luca Ronconi e la scenografa Margherita Palli. A fianco dei molti allestimenti scaturiti da questo connubio, sia nel campo della prosa (Il mercante di Venezia per il Teatro Odeon di Parigi, Il lutto si addice ad Elettra per il Teatro Argentina di Roma) che in quello della lirica (Oberon per La Scala di Milano, L'incoronazione di Poppea per il Maggio Musicale Fiorentino, Demofoonte per il Teatro di Ravenna e il Festival di Salisburgo, Otello per il New National Theater di Tokyo, Manon Leassima preminenza all'aspetto non istituzionale dell'insegnamento e alla dimensione artigianale del suo lavoro che coinvolge con continuità la presenza di apprendisti.

“L’ultima cattedrale” è il quarto film scritto e diretto dal parmigiano Matteo Ferrarini. Il suo primo documentario, Jali Road, risale al 2009 ed è stato presentato in concorso al Rome Independent Film Festival nel 2011. "Di Rinaldo Rinaldi - racconta il regista - ho voluto raccontare da un lato il ruolo di insegnante, presso il laboratorio dell’Accademia di Cesena, dall’altro quello di artista capace di trasmettere al pubblico tutta la passione racchiusa nella pittura di scena. La telecamera ha seguito le diverse fasi di realizzazione di

un sipario dipinto proprio per il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. L’opera è la sintesi di una carriera vissuta con passione nella sala di scenografia del teatro, il luogo magico dove tutto ebbe inizio, vera e propria ultima cattedrale di questo mondo che rischia di sparire".
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon