Quotidiani locali

Carpi, con “Jersey Boys” il musical si tuffa negli anni Sessanta

Arriva alle 21 di oggi, al Teatro Comunale il musical “Jersey Boys”, campione di incassi a Broadway e a Londra e che prende il posto dello spettacolo sui Green Day annullato a...

CARPI. Arriva alle 21 di oggi, al Teatro Comunale di Carpi, il musical “Jersey Boys”, campione di incassi a Broadway e a Londra e che prende il posto dello spettacolo sui Green Day annullato a novembre.

Inserito nel cartellone di Nonsoloteatro. “Jersey Boys”, scritto nel 2006 da Marshall Brickman e Rick Elice, racconta la storia di Frankie Valli e dei Four Season e la grandiosa ascesa verso la celebrità di una delle band di maggior successo nella storia della musica pop, inserita nella Rock'n Roll Hall of Fame e che ha venduto 175 milioni di dischi in tutto il mondo. I Four Season tra l’altro sono l'unico gruppo presente con i suoi brani nella Top 100 della rivista Billboard senza interruzione dagli anni '50 ai '90.

Lo spettacolo sarà dunque un vero e proprio juke-box musicale grazie al quale rivivere i favolosi anni Sessanta con le canzoni più famose del gruppo, tutto composto tra l’altro da italoamericani. Le loro canzoni sono state interpretate anche da celebrità della musica tra cui The Temptation, Diana Ross & The Supreme, i Muse, i Killers, Mina, Gloria Gaynor e tanti altri. La regia dello spettacolo è di Claudio Insegno, la produzione è del Teatro Nuovo di Milano. “Jersey Boys” è stato anche un film diretto da Clint Eastwood nel 2014.

Cosa dovranno aspettarsi gli spettatori carpigiani che assisteranno allo spettacolo? "ll musical ha una caratteristica positiva, è diverso dagli altri – spiega il regista Insegno - È uno spettacolo juke box, significa che le canzoni non narrano la storia. Questo è importante perché durante l’esibizione lo spettatore non deve concentrarsi sul significato delle parole ma può cantare insieme agli attori e rivivere l’atmosfera degli anni ’50-’60. Un’altra peculiarità di questo spettacolo è la trama: bisogna ricordare che questa è una storia vera, diversamente dai maggiori musical che sono totalmente inventati. In scena sono rappresentati i problemi, gli amori e la vita quotidiana di una famiglia italo-americana".

Secondo il regista, il segreto di questo musical è il grande gruppo formato dagli attori presenti nel cast: "Non avrei mai potuto fare questo musical così bene se non ci fossero stati loro – continua Insegno -. Ho cercato di formare un gruppo, invece che fossilizzarmi sugli attori. Lo spettacolo non ha un protagonista assoluto, tutti

sono importanti. Devo molto a questi ragazzi generosi che si offrono al pubblico con tutte le loro forze. Durante le prove ho organizzato delle grandi pause per stare insieme il più possibile: quei momenti sono molto importanti, lì nasce l’anima dello spettacolo". (n.c.)
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori