Quotidiani locali

Per due domeniche a Finale torna l’atmosfera magica del Carnevale

Per chi era bambino alla fine degli anni ’80 era un appuntamento irrinunciabile, di quelli da immortalare con una vecchia Polaroid perché, per mano a mamma e papà, ci si sentiva i protagonisti delle...

FINALE. Per chi era bambino alla fine degli anni ’80 era un appuntamento irrinunciabile, di quelli da immortalare con una vecchia Polaroid perché, per mano a mamma e papà, ci si sentiva i protagonisti delle proprie fiabe preferite, abbigliati e truccati come loro.

C’era tutto l’incanto di vivere un mondo diverso, dove la fantasia prendeva vita grazie alla sfilata dei carri e la gioia più grande era quella di riuscire a salirci sopra o rincorrerli nel momento del lancio dei giocattoli ed aggiudicarsi così i premi più ambiti che, almeno agli inizi, altro non erano che dei semplici palloni.

E poi c’erano i personaggi mitici, quelli di paese, quelli che per il paese davano l’anima o le frittelle con l’anima - per intenderci con la fetta di salame dentro - come i “Fritlar”, una banda di amici che le frittelle le friggeva e le distribuiva in piazza a grandi e piccini. Uno spirito e un senso di comunità molto forti che sopravvivono da ben 42 anni nel Carnevale dei Bambini di Finale Emilia che torna questa domenica e la prossima a ricordarci come i tempi cambino ma, almeno nella Bassa, le tradizioni rimangano ben salde. Nonostante le difficoltà. Come la normativa del ministro Minniti sulla sicurezza di spettacoli e manifestazioni che ha costretto gli organizzatori, per motivi economici, a ridurre a due le domeniche di festa.

Ma ciò che non si è perso, però, è l’atmosfera, quella magica di un Carnevale che viene fatto per i bambini, ma anche per richiamare la comunità nelle piazze. Un lavoro encomiabile quello del Comitato che regala tutto ciò senza imporre nessun pagamento. Perché l’ingresso allo spettacolo è ad offerta libera e all’insegna di un motto che la dice lunga sugli organizzatori: “Il Carnevale vive con la tua offerta”. E allora via con la sfilata dei carri allegorici per le piazze del paese e, per entrambe le domeniche, a partire dalle 14,30: Bee Happy di Carten & Collen; Go go go Pokemon della Scuola dell’infanzia Rodari; A jò vist un marzian de I nuovi giovani; il Clan al Moulin Rouge:

che casinò de Il Clan; Polo Nord e Polo Sud de Il Millennio; Ritorno nel Far West de I Sopravvissuti; Vieni su e diamoci del tu: il trenino per i più piccini del Comitato Carnevale. Così, per sentirsi ancora un po’ bambini magari tenendoli in braccio, i propri bimbi mascherati.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori