Quotidiani locali

Scoprire la montagna: trekking con le ciaspole in Appennino

La neve prevista renderà ancora più speciali i tuffi nella natura legati alle ciaspolate in programma in questo primo weekend di febbraio: i boschi ricoperti dal bianco manto potenziano sempre l'atmos...

APPENNINO. La neve prevista renderà ancora più speciali i tuffi nella natura legati alle ciaspolate in programma in questo primo weekend di febbraio: i boschi ricoperti dal bianco manto potenziano sempre l'atmosfera, valorizzando gli splendidi contesti dell'Appennino. Tre le proposte del gruppo trekking de “La via dei monti”. La prima domani mattina è dedicata ai suggestivi scenari di Sant'Annapelago, borgo pievarolo che parte a 1.200 metri per poi salire sulle vette intorno. Il ritrovo è fissato alle 9 in centro, per immergersi poi tra i celebri boschi di faggi e abeti dei piani delle cosiddette Acque Chiare.

Tre le ore di cammino previsto, su un itinerario di facile percorrenza privo di difficoltà di tipo alpinistico. E poi la proposta per un sabato sera tutto particolare: la “Notte in faggeta”, che prevede una ciaspolata nei boschi di Matilde. La partenza è sempre da Sant'Annapelago intorno alle 17, per una facile e affascinante escursione notturna tutta di crinale: dal passo delle Radici ai prati di San Geminiano (Frassinoro). Il cammino è previsto su una durata di tre ore circa, anche in questo caso senza particolari difficoltà. Ovviamente è necessaria una bella torcia elettrica frontale, anche se i fiocchi dati in caduta dovrebbero assicurare una notte comunque chiara. Al rientro, sarà possibile cenare all'albergo Guerri di Sant'Annapelago.

La domenica sarà invece all'insegna di una “ciaspolata ducale” tra la neve (fresca) e la natura del Parco del Frignano. Ritrovo alle 9 presso l'Ufficio turistico di Fiumalbo (in via Capitano Coppi) e poi da lì via lungo la via della Foce, tra panorami, natura e storia per una divertente giornata sulla neve. Il percorso è molto panoramico, e attraverso la Valle delle Tagliole permetterà di ammirare anche relitti glaciali del

periodo Würmiano. Anche qui circa tre ore complessive, senza particolari sforzi. In tutti i casi, per chi fosse sprovvisto di ciaspole e bastoni, no problem: l'attrezzatura potrà essere reperita dal personale della “Via dei monti” tramite noleggi locali. Per info: 371 1842531.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori