Quotidiani locali

Mirandola. Una dirompente cena tra vecchi amici

Cena con sorpresa al teatro Rita Levi Montalcini: quarantenni a confronto tra colpi di scena, battute comiche, amicizia, rancori e legami profondi

MIRANDOLA. Cena con sorpresa. Quarantenni a confronto tra colpi di scena, battute comiche, amicizia, rancori e legami profondi. Questo in poche righe il riassunto della trama di “Le Prénom – Cena tra amici”, divertente commedia francese scritta da Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patellière in scena, alle 21 di oggi, all’Auditorium Rita Levi Montalcini di Mirandola. La regia è di Antonio Zavatteri, gli interpreti sono Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Aldo Ottobrino, Gisella Szaniszlò. Serata conviviale a casa di due professori (liceo lei, università lui) dichiaratamente di sinistra. Tra parenti e amici inizia un gioco di provocazione e di verità che si allarga sino a diventare il ritratto di una generazione: tra piccole meschinità e grandi sentimenti. Una sera come tante altre tra cinque amici quarantenni. Tutti appartenenti alla media borghesia. Oltre ai padroni di casa, ci sono il fratello di lei che fa l'agente immobiliare e la sua compagna in ritardo a causa di un impegno di lavoro con dei giapponesi, mentre l'amico single (sospettato di essere omosessuale) è trombonista in

un'orchestra sinfonica. Quella sera, il fratello comunica alla compagnia che diventerà padre. Felicitazioni, baci e abbracci. Poi le solite domande: sarà maschio o femmina, che nome gli metterete? Lo sconcerto nasce quando egli comunica il nome che hanno deciso di mettere al figlio.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori