Quotidiani locali

Royal Philharmonic diretta da Zukerman in teatro a Modena

Prosegue alle 21 di oggi la Stagione Concertistica al Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena con la Royal Philharmonic Orchestra diretta da Pinchas Zukerman, violinista di fama mondiale

MODENA . Prosegue alle 21 di oggi la Stagione Concertistica al Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena con la Royal Philharmonic Orchestra diretta da Pinchas Zukerman, violinista di fama mondiale e qui nella doppia veste di direttore e solista. In programma brani fra i più amati e popolari del repertorio tardo romantico, quali Il cigno di Tuonela di Jean Sibelius e le Enigma Variations di Elgar.

Al centro della serata il Concerto n.1 per violino e orchestra di Max Bruch, capolavoro del 1866 e fra i più eseguiti del repertorio.

La Royal Philharmonic Orchestra, che vanta oltre 70 anni di attività, considerata la maggiore orchestra nazionale inglese e una delle più celebrate compagini al mondo, tiene regolari serie di concerti nella sua sede principale, la Cadogan Hall di Londra e alla Royal Albert Hall.
Numerosi tour internazionali l’hanno portata di recente ai festival di Montreux e Granada, negli Stati Uniti, Europa centrale, Cina e Corea del Sud. Pinchas Zukerman è sulla scena da più di quarant’anni.

Nato a Tel Aviv nel 1948, ha studiato alla Juilliard School di New York e nel 1967 ha vinto il Premo Leventritt iniziando una brillante carriera concertistica, contrassegnata da prestigiose collaborazioni come quella con Daniel Barenboim e Jacqueline Du Pré, con i quali ha realizzato diverse incisioni discografiche. Ha collaborato con vari complessi sinfonici americani ed europei, quali Israel Philharmonic Orchestra, New York e Los Angeles Philharmonic, San Francisco e Boston Symphony, Czech Philharmonic Orchestra, I Virtuosi di Mosca, l’Orchestra del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

Tiene concerti in tutto il mondo, come solista, direttore, in duo o insieme al suo ensemble, i Pinchas Zukerman Chamber Players.

A riconoscimento del valore della sua attività, Zukerman ha ricevuto il Premio “Isaac Stern”. Vanta una discografia di circa cento opere. Deutsche Grammophon e Philips hanno pubblicato nel 2016 una serie di 22 cd con

sue registrazioni del repertorio Barocco, Classico e Romantico, fra concerti e musica da camera. Tra le sue incisioni si ricordano il Concerto per violino di Mendelssohn con Leonard Bernstein; il Concerto in si minore di Elgar e il Concerto op. 61 di Beethoven con Zubin Mehta.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori