Quotidiani locali

Sanremo, Nevruz all’Ariston conquista il festival “Rock & Trend”

Sono Nevruz, modenese di San Prospero, per la categoria Rock e Alice Cucaro per la categoria Trend i vincitori del trentunesimo “Sanremo Rock & Trend Festival”. Lo ha decretato la giuria...

SANREMO. Sono Nevruz, modenese di San Prospero, per la categoria Rock e Alice Cucaro per la categoria Trend i vincitori del trentunesimo “Sanremo Rock & Trend Festival”. Lo ha decretato la giuria presieduta da Sergio Cerruti, Presidente A.F.I. (Associazione Fonografici Italiani) e composta dal musicista, produttore e fondatore dei New Trolls Vittorio De Scalzi, Mauro Coruzzi (Platinette), il chitarrista degli ABC, produttore e autore Matt Backer, il videomaker Oscar Serio, il produttore discografico Mauro Paoluzzi, il discografico e voce della band O.R.O.Valerio Zelli e il produttore, compositore e arrangiatore Giovanni Errera.

Il più ambito e longevo concorso dedicato ai gruppi emergenti della scena rock a 360 gradi, che negli anni ha visto transitare sul suo palco artisti del calibro di Ligabue, Litfiba, i Denovo di Mario Venuti, Tazenda, Bluvertigo, Avion Travel, solo per citarne alcuni, ha dunque emesso i suoi verdetti al termine di una gara tiratissima sul palco della sala Ritz del Teatro Ariston di Sanremo.

Nevruz è polistrumentista, autore e sperimentatore della voce, cantautore, compositore, attore e musicista Rock, conosciuto ai più per la partecipazione, nel 2010, al talent X Factor, dove è arrivato terzo. Si afferma sulla scena underground italiana, in veste di cantante e batterista del power duo “Water In Face” su importanti palchi come l’Arezzo Wave, Jack Daniel’s Live Tour e Heineken Jammin’ Festival, a fianco di artisti come i Metallica, The Darkness, Avenged Sevenfold, Lacuna Coil, Depeche Mode, Verdena, Daniele Silvestri, Marlene Kuntz.

Per lui 3 album all’attivo - “Tra l’amore e il Male” (2010) e “La casa e gli spiriti perduti” (2012) prodotto da Elio e Le Storia Tese e “Il mio nome è Nessuno” di cui alcuni brani sono colonna sonora del Film Tornatore‘s Way. Nevruz ha sbaragliato la concorrenza dei rocker battendo i romani ElleNcy, I-Dea da Grugliasco (TO), Camera Oscura da Iglesias, gli aretini Onion Rings, Capitolo 21 da Scandicci (FI), Black Sheep da Villafranca d’Asti, le All Broken 29 da Forcoli di Pisa e AnimArmA da Modena.

Si chiude dunque una edizione straordinaria - la trentunesima - del Sanremo Rock & Trend Festival. Una rassegna che ha registrato un vero record di iscrizioni, coinvolgendo oltre 700 band da tutta Italia, e che per 6 mesi ha portato il rock emergente nei migliori club della Penisola grazie a 40 serate di selezione live.

Un altro passo avanti per Nevruz che circa due mesi fa aveva pubblicato il suo terzo album “Il mio nome è Nessuno”. Contemporaneamente all’album era stato lanciato il video del singolo “Ibrida”, un brano dal groove hip-hop e fortemente contaminato dal pop-rock. “Il mio nome è Nessuno” è una esplorazione di stili e contaminazioni sonore, un emporio della musica, un museo nel quale celebrare l’incontro e la pace tra generazioni: un percorso di riscoperta dei maestri interiori e di quelli artisticamente di riferimento. Prodotto da Alberto Benati

dei Ridillo, l'album è stato pubblicato da Molto Recordings. aQuesto mio terzo album - spiega Nevruz - è sicuramente molto più cantautorale rispetto a quello precedente, ha ben 18 tracce e si può dire che sia quasi un doppio album e ce n'è per tutti i gusti e generi musicali».
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro