Quotidiani locali

C’era una volta... Nei cortili del centro di Modena tra musica e racconti

Prosegue la quinta edizione del Festival della Fiaba, fino a domani 17 giugno, nei Cortili del Complesso San Paolo. Oggi il Festival prende il via già dal mattino

MODENA. Prosegue la quinta edizione del Festival della Fiaba, fino a domani 17 giugno, nei Cortili del Complesso San Paolo. Oggi il Festival prende il via già dal mattino, con il workshop a cura di Meike Clarelli “La Voce non è uno strumento” (prenotazione obbligatoria, a partire dalle 11). L’appuntamento si rivolge a tutti coloro che abbiano voglia di conoscere la propria voce e di riconoscersi attraverso di essa, in un percorso di ricerca e ascolto, individuale e corale. Alle 14.30 prende il via anche un altro workshop, sulla tecnica dello Stop Motion, a cura di Beatrice Pucci. “Giardino di Carta” offre la possibilità di sperimentare la tecnica della stop motion grazie all’utilizzo di carte ritagliate.

Alle 20, nel Cortile Caselle, aprono le Botteghe degli artigiani. Alle 20.30 Magda Indiveri - docente di composizione testi in Italiano a Scienze della Comunicazione (Università di Bologna) - nella conferenza dal titolo “Brema”. Alle 21.30, nel cortile del Leccio, appuntamento con “Will in progress”, concerto di Mumucs: voce e loop station per un viaggio, ancora senza una destinazione, che la cantante Marta Loddo ha iniziato a intraprendere nel 2012. È un viaggio in solitaria, una traversata sul mare che si compie facendo affidamento solo sulle proprie forze, è l’esplorazione di un sé musicale che resta ancora confuso, per scelta, per non privarsi della libertà di poter oscillare tra i generi senza dover percorrere una rotta già segnata.

Alle 22.30, nel Cortile del Banano, è la volta di “Soil is alive”: video proiezione e racconto a cura di Beatrice Pucci. Il video nasce dalla volontà di rappresentare la vita all’interno della terra. Anche nella serata di oggi si alterneranno le fiabe, quelle della tradizione - tedesche, norvegesi e russe in particolare - ma, per la prima volta quest’anno, anche le fiabe italiane di Basile e Calvino. Rigorosamente narrate in voce semplice, dalle ore 21.30 alle 23.30, nella

cappella della Chiesa di San Bartolomeo. Infine, spazio anche al gusto, che ha un ruolo chiave all’interno del Festival: dalle ore 20 sarà infatti attivo anche il punto ristoro a cura della cucina del Filatoio, il circolo culturale sede del Festival della Fiaba.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro