Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La “Savani” porta il canto corale in San Rocco a Carpi

Anche quest’anno il chiostro ospiterà la rassegna organizzata come di consueto dalla “Giuseppe Savani”

CARPI. Anche quest’anno il chiostro di San Rocco ospiterà la rassegna di canto corale organizzata come di consueto dalla “Giuseppe Savani” (nella foto durante un’esibizione) diretta dal maestro Giampaolo Violi, con il patrocinio del Comune e il concreto contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi.

La rassegna, che quest’anno raggiunge la XXXV edizione, rappresenta per la città e per gli amanti del canto corale, un appuntamento da non perdere perché ogni anno apre le porte a cori ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARPI. Anche quest’anno il chiostro di San Rocco ospiterà la rassegna di canto corale organizzata come di consueto dalla “Giuseppe Savani” (nella foto durante un’esibizione) diretta dal maestro Giampaolo Violi, con il patrocinio del Comune e il concreto contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi.

La rassegna, che quest’anno raggiunge la XXXV edizione, rappresenta per la città e per gli amanti del canto corale, un appuntamento da non perdere perché ogni anno apre le porte a cori che portano esperienze musicali nuove, come nuovi e originali sono i modi del cantare. Tra gli obiettivi della rassegna c’è infatti la volontà di far conoscere la bellezza del canto polifonico antico e moderno senza trascurare gli arrangiamenti più innovativi.

Dopo un breve intervento musicale della “Savani” saliranno sul palco di San Rocco, le Corali Unite “Val Panaro” di Guiglia dirette dal maestro Massimo Pizzirani che riuniscono i coristi provenienti dai paesi che circondano il Panaro, i quali si dedicano alla ricerca di musiche popolari e tradizionali italiane, e il coro polifonico Histonium di Vasto, diretto dal maestro Luigi di Tullio, il quale si avvale di un repertorio che spazia dal sacro al barocco oltre ai canti del novecento con inserimento di brani popolari e gospel-spiritual. Si tratta di due formazioni di grande interesse che presenteranno repertori molto diversi, dunque culturalmente stimolanti.

Il maestro Giampaolo Violi che dirige la corale da oltre 30 anni ricorda che la “Savani” «si è profondamente trasformata negli ultimi tempi arricchendo il proprio repertorio e il proprio curriculum».