Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nella chiesa parrocchiale Stefano Pellini interpreta grandi partiture classiche

POLINAGOSarà l’organista Stefano Pellini il protagonista del concerto, questa sera alle 21, nella chiesa parrocchiale. Organizzato dalla Pro Loco l’appuntamento intende valorizzare l’organo storico...

POLINAGO

Sarà l’organista Stefano Pellini il protagonista del concerto, questa sera alle 21, nella chiesa parrocchiale. Organizzato dalla Pro Loco l’appuntamento intende valorizzare l’organo storico della chiesa e rientra nel contesto del progetto “Rassegna Culturale di Arte Contemporanea” proposto ed organizzato da Marco Artuto Casacci ancora in attesa del reperimento dei fondi necessari alla sua realizzazione. Il programma prevede di Vivaldi il “Concerto in Re maggiore RV 93”, di Mozart “Av ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

POLINAGO

Sarà l’organista Stefano Pellini il protagonista del concerto, questa sera alle 21, nella chiesa parrocchiale. Organizzato dalla Pro Loco l’appuntamento intende valorizzare l’organo storico della chiesa e rientra nel contesto del progetto “Rassegna Culturale di Arte Contemporanea” proposto ed organizzato da Marco Artuto Casacci ancora in attesa del reperimento dei fondi necessari alla sua realizzazione. Il programma prevede di Vivaldi il “Concerto in Re maggiore RV 93”, di Mozart “Ave Verum Corpus KV 618” nella trascrizione per organo di Liszt. Seguiranno: “Fantasia e fuga in La minore BWV” di Bach; il “Concerto in Re minore S. Z799” di A. Marcello nella trascrizione di Bach; “Elevazione” di anonimo toscano; “Sinfonia” di P. Anfossi; “Sonata X ad uso Sinfonia” di N. Moretti; “Arpeggio per organo” di Donizetti e “Sinfonia” di F. Provesi. Stefano Pellini, organista, ha inaugurato restauri importanti di organi storici nonché strumenti di nuova realizzazione. Ha tenuto circa settecento concerti in tutta Europa e in Giappone; l'organo della chiesa è opera di Baldassarre Malamini (lo stesso che costruì nel 1595 l'organo del Duomo di Modena, dal 1934 nella chiesa di Collegara): si tratta di uno dei più antichi e preziosi strumenti del territorio modenese. —