Roma, la senatrice Granato entra senza Green Pass a Palazzo Madama: sospesa per 10 giorni

Lavori interrotti: il Consiglio di presidenza ha deciso che d’ora in avanti chi non esibirà il certificato verde non potrà entrare. La senatrice: «Dittatura conclamata»

Lavori sospesi alla commissione Affari costituzionali del Senato: la senatrice di Alternativa C'è, Laura Granato, è entrata a Palazzo Madama, sede del Senato, rifiutando di mostrare il proprio green pass e si è recata nella sala dove si riunisce la commissione. Il presidente Dario Parrini ha sospeso i lavori.

«Per poter entrare in commissione e illustrare gli emendamenti al decreto legge che disciplina l'obbligo di green pass mi si chiede un attestato di obbedienza ad un provvedimento che vado a contestare», ha commentato la senatrice. «Sono entrata a palazzo Madama anche senza aver mostrato il certificato -spiega- anche perché è previsto l'invito a non accedere all'Aula senza Green Pass, non l'obbligo. Tra l'altro ci troviamo in presenza di un provvedimento del governo che viene a dettare una disciplina al Parlamento, praticamente entra in casa nostra. E' saltato ogni equilibrio tra i poteri, siamo in una dittatura conclamata, nel silenzio della magistratura e della stampa. Sono basita», ha concluso la Granato, «ma darò la mia testimonianza sino alla fine»


Il Consiglio di presidenza del Senato ha esaminato il caso e stabilito che i senatori che rifiuteranno di esibire il Green Pass, non potranno più entrare a Palazzo Madama e nei palazzi adiacenti che fanno capo al Senato. La senatrice è stata sanzionata, non potrà partecipare ai lavori parlamentari per 10 giorni.

(fonte: La Stampa)