Pighi: «Grottesco cancellare le festività»

Il sindaco Pighi affida a una nota stampa la sua posizione nettamente contraria alla decisione del Governo di spostare tutte le festività infrasettimanali non comprese nel Concordato: quindi il 25 aprile, il Primo maggio e il 2 giugno, e insieme a queste anche le festività legate a altre celebrazioni religiose come il Santo Patrono.