Arrestato il taxista delle lucciole

Utilizzando la propria auto effettuava un vero e proprio servizio di trasporto gratuito alle prostitute fornendo anche generi di conforto come the e cappuccino caldo

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modena hanno arrestato un 61enne nato e residente a Baiso (RE), pensionato, incensurato, responsabile di favoreggiamento della prostituzione.

A seguito di intensa attività investigativa condotta con pedinamenti, osservazioni e controlli, i militari del Nucleo Operativo hanno colto, in flagranza di reato, l’uomo che, utilizzando la sua auto, forniva un vero e proprio servizio taxi gratuito dando inoltre ausilio e supporto alle ragazze per strada, accompagnandole sui luoghi ove si prostituivano e addirittura anche al bar per un cappuccino notturno e fornendo loro, non per ultimo, ombrelli in caso di pioggia.

Le attività, iniziate verso fine settembre, hanno messo in evidenza come il pensionato seguisse un iter metodico negli accompagnamenti prediligendo ragazze di origine rumena che gravitano su tutta la via Emilia Ovest, arrivando sino al confine con Reggio nell’Emilia.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Modena a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi