Ecco i nuovi Maestri del Lavoro

L’onorificenza di Napolitano e le motivazioni in un attestato

Altri dodici modenesi vanno ad aggiungersi all’albo d’oro dei 292 Maestri del Lavoro della nostra provincia.

Il 1° maggio a Bologna riceveranno la medaglia con la stella del Presidente della Repubblica Napolitano i cittadini che, come dice il decreto, si sono distinti “per singolari meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale per tutto l’arco della vita lavorativa”. Il 12 maggio la cerimonia verrà replicata a Modena nella sede di Confindustria in chiave provinciale e per l’occasione saranno consegnati gli attestati con le motivazioni dell’onorificenza. «In ogni caso - spiega il Console provinciale, Antonio Rossi - si tratta di persone che abitano nella nostra provincia che possono essere d’esempio per il loro lavoro anche alle nuove generazioni. Per assiduità, creatività e capacità organizzativa rappresentano ogni anno quanto di meglio esprime la nostra terra».

Ecco qui di seguito l’elenco dei premiati; tra parentesi la ditta per cui lavorano. Maria Teresa Benotti, 54 anni, di Finale Emilia (Banca Popolare S.Felice); Claudia Bernardi, 57 anni, di Castelfranco (Cna Servizi); Vincenzo Borghi, 57 anni, di Ravarino (Cescon Confesercenti); Dino Cassanelli, 59 anni, di Castelfranco (PM Group); Federico Corradini, 67 anni, di Modena (Cnh Italia); Graziella Dozza, 60 anni, di Castelfranco (Coop Cir Food); Gianni Foroni, 60 anni, di Formigine (Gruppo Ceramiche Ricchetti); Maurizio Gavioli, 66 anni, di Castelfranco (Saima Avandero); Giovanni Leonelli, 57 anni, di Modena (Nilfisk-Cfm di Zocca, aspiratori industriali); Maurizio Macalesi,, 50 anni, di Modena (Ferrari); Viliam Luigi Pelloni, 57 anni, di Pavia (Lombardini srl); Francesca Praudi, 57 anni, di Carpi (Chimar spa).

Tra le varie iniziative è previsto anche la consegna di borse di studio agli studenti più meritevoli finanziate dai Maestri del Lavoro di Modena. (s.c.)