Forza Nuova: alta tensione spostata la conferenza

Hotel di Campogalliano nega la sala, l’incontro con Fiore stasera a Modena Protesta del Guernica all’hotel Donatello che potrebbe ospitare i neofascisti

È l’hotel Donatello l’ultimo luogo scelto per la contestatissima conferenza che questa sera alle 20 vedrà protagonista lo storico leader di Forza Nuova, Roberto Fiore. Fino alla mattinata di ieri la sede dell’incontro doveva essere l’hotel Western di via del Passatore a Campogalliano; ma i gestori dell’albergo all’ultimo pare abbiano preferito non concedere ospitalità al convegno. I temi del dibattito? Quelli cari a Fn: le ragioni della crisi economica, i meccanismi che portano all’indebitamento interi Stati. L’annuncio di Campogalliano come luogo della conferenza era stata diffuso da un volantino degli spazi sociali anarchici “Stella nera” e “Libera” che, in concomitanza con la serata, hanno organizzato oggi alle 18, un presidio antifascista con musica e interventi in piazza Torre dal titolo: “No pasaran. Né a Modena, né altrove!”.

La presenza di Roberto Fiore continua a scatenare la dura opposizione del mondo politico. Dopo il secco no di Pd, Gd, Sel, Arci, Anpi, Cgil e Arcigay, anche Rifondazione esprime tutta la sua contrarietà. «Da tempo – attacca il circolo Gramsci di Rifondazione Comunista – denunciamo i tentativi di penetrazione delle formazioni neofasciste nel nostro territorio. Da tempo definiamo questi tentativi come pure provocazioni miranti solo ad alimentare tensione e inquinare il conflitto sociale. Il Circolo Gramsci del Prc aderisce a tutte le mobilitazioni previste contro la venuta a Modena dell’ex terrorista nero Fiore e ribadisce la propria denuncia politica delle vergognose protezioni di cui in questi territori – conclude la nota – la feccia fascista continua a godere. Modena, medaglia d’oro della Resistenza, non può tollerare l’ennesima presenza della destra estrema e razzista». Al questore Capocasa è stato inviato l’appello di Stefano Lugli, segretario Prc: «Chiediamo - dice - che si vieti la presenza a Modena dell’organizzazione neofascista». Si unisce alle critiche anche Mario Ori, segretario provinciale PdCI, che ribadisce: «Nessun rilievo deve essere dato alle iniziative di tali gruppuscoli, indicando loro chiaramente che a Modena non sono una presenza gradita».

Unica voce fuori del coro quella di Marco Garzya, commissario provinciale del Movimento Sociale – Fiamma Tricolore che esprime solidarietà a Fiore.

Si prevede dunque un’atmosfera infuocata all’hotel Donatello, soprattutto se si ricorda il precedente convegno neofascista all’hotel Europa, dove ci furono violenti scontri che portarono ad alcuni feriti anche tra le forze dell’ordine e ad indagini a carico degli autori. E infatti già ieri sera il centro sociale Guernica ha organizzato un presidio davanti all’hotel di via Giardini per dire no al convegno.

A questo punto, non è escluso che all’ultimo momento il convegno venga spostato in altro luogo, evitando di comunicarlo in anticipo per scongiurare il pericolo di scontri.