Sequestro giudiziario per “Creso Oro”

I carabinieri mettono i sigilli al negozio di corso Canalchiaro su ordine della magistratura. Il titolare: «Solo irregolarità»

La magistratura ha posto sotto sequestro il negozio di “compro oro” in corso Canalchiaro 96 chiamato “Creso oro”, presso l’ex Oro Blu. I carabinieri hanno sigillato l’ingresso del negozio sotto il portico a metà della strada e hanno notificato l’atto al titolare. Non sono state rese note le motivazioni del provvedimento preso da una Procura che, stando a prime informazioni, non è quella di Modena. Il negozio non era mai stato in precedenza la centro di indagini. Stupito anche il titolare: «Mi hanno notificato alcune irregolarità, ma neanche io so esattamente di cosa si tratta. Mi hanno detto che me lo faranno sapere nei prossimi giorni. In ogni caso si tratta di un sequestro preventivo». Stando a prime informazioni, pare che ipotesi di usura o ricettazione siamo molto improbabili: la magistratura sta indagando su altro. Solo nei prossimi gironi i carabinieri renderanno noti i termini di questa indagine e se coinvolge terzi. Erano molte settimane che i “compro oro” si trovavano fuori da casi di cronaca. L’ultimo caso nazionale riguardava l’operazione “Fort Knox”, condotta dalla Guardia di Finanza con 259 perquisizioni partite da Arezzo e Napoli e concluse con un sequestro di beni per 163 milioni di euro e 118 indagati. Tuttavia, quella indagine per ora pare non riguardare Modena.

Carlo Gregori