Dammi l’oro o t’ammazzo: anziana rapinata in centro a Carpi

 Un malvivente le ha strappato la collana del valore di circa duemila euro La donna è stata buttata a terra e poi medicata al pronto soccorso per le ferite

«Non voltarti verso di me altrimenti ti ammazzo». Una violenza ianudita, consumata alle 11 di mattina ai danni di un'anziana di ben 78 anni. È accaduto l'altra mattina nella zona di viale De Amics, nei pressi dell'ex Cantina. La donna, rapinata della collana d'oro che aveva al collo e buttata a terra, è stata poi soccorsa dall'ambulanza che l'ha trasportata al pronto soccorso. Per lei, fortunatamente solo escoriazioni a ginocchia e mani, ma da un punto di vista psicologico i danni sono ben più gravi: «Mia madre - dice il figlio - è ancora sotto choc, è terrorizzata. Ci vorrà tempo prima che riprenda a fare la sua passeggiata sola in centro». La cosa incredibile e mai accaduta prima d'ora a Carpi infatti è che la rapina è avvenuta in pieno giorno e a due passi da piazza Martiri. L'anziana, come al solito, era andata a fare un giretto in centro. Al collo aveva una bella collana d'oro, un regalo del figlio di molti anni fa. Era orgogliosa di quel prezioso, testimonianza dell’affetto del suo caro, e amava indossarlo ogni giorno. Evidentemente però qualcuno ha notato la facile preda e ha seguito la donna. «Mia madre - commenta l’uomo - stava rientrando a casa. Ha aperto la porta dell’ingresso principale e si è avvicinata all’ascensore: proprio in quel momento è stata spintonata con violenza a terra. Caduta rovinosamente ha sbattuto ginocchia e mani e per fortuna non ha salvato il viso dall’impatto. Il rapinatore poi le ha messo una mano sulla bocca e le ha detto di non muoversi, di non guardarlo perché altrimenti, parole testuali, l’avrebbe ammazzata. Poi con la mano ha strappato la collana ed è fuggito. Era proprio quella il suo obbiettivo - racconta ancora il figlio della vittima - perché la borsetta, con soldi e documenti, è stata lasciata a terra, nell’ingresso del palazzo».

L’anziana così si è ritrovata a terra dolorante e senza la sua collana il cui valore si aggirerebbe sui 2mila euro. Poi sono arrivati i condomini che l’hanno sentita piangere i quali hanno immediatamente avvisato le forze dell’ordine e l’ambulanza che è venuta a soccorrere la donna.

«È davvero impressionante quello che è accaduto - commenta il figlio -: se un’anziana non è nemmeno libera di fare una passeggiata in centro vestita come crede meglio, allora vuol dire che la criminalità anche a Carpi ha raggiunto livelli pericolosi». Ora gli inquirenti cercheranno di dare un nome e un volto al bandito che ha terrorizzato l’anziana. Secondo quest’ultima l’accento del rapinatore non era locale, forse era di origine straniera, ma è difficile dare a queste indicazioni basi certe perché, come detto, la donna non ha avuto il tempo di voltarsi a guardare il malvivente.