Razzia d’oro in due appartamenti

Ladri col passepartout in un condominio in via Frosinone: bottino 20mila euro

Via Frosinone 52: al terzo piano i ladri hanno fatto filotto, svaligiando due appartamenti, uno di fronte all’altro, probabilmente in una ventina di minuti. In entrambi gli appartamenti i malviventi hanno messo a soqquadro tutto, aprendo armadi, cassetti, comodini, rovistando e gettando tutto per terra. Cercavano l’oro e purtroppo l’hanno trovato: approssimativamente un bottino di diecimila euro sia da una famiglia che dall’altra. In tutto dunque 20mila euro in catenine, collane, anelli, bracciali, ricordi di famiglia, della comunione dei figli, i preziosi conservati nel tempo e anche un po’ di denaro contante. Tutto volatilizzato, come detto, in pochi minuti. Infatti, una delle due famiglie derubate ha dato l’allarme in tarda mattinata verso le 12.30. La signora era stata in casa sino verso le 12, poi è uscita per una commissione e il marito è rientrato tra le 12.20 e la mezza. È bastato evidentemente solo quel lasso di tempo per entrare, frugare e razziare. D’altra parte hanno usato una tecnica molto rapida, quella del passepartout: trovando probabilmente porte protette con una serratura ormai “antica”, con la chiave che termina a farfalla, sono riusciti ad aprire la porta senza forzarla, introducendo una loro pseudo chiave e poi, con appositi ferretti, adattando le lamelle della serratura stessa alla nuova chiave introdotta. In mattinata dunque subito sopralluogo dei carabinieri: almeno 10mila euro il bottino. A metà pomeriggio, quando è rientrato il dirimpettaio, i carabinieri sono dovuti ritornare sul posto: stesso colpo, pressoché stesso bottino. Il colpo ha destato molta preoccupazione in tutto il condominio e nei residenti degli altri stabili, accorsi al civico 52 dove è avvenuto il duplice colpo per sincerarsi direttamente dell’accaduto.

In tanti hanno commentato che dopo i furti nei garage che hanno subito in tempi recenti questo “ritorno” della criminalità proprio non ci voleva: chiedono pertanto un po’ di sicurezza, cioè un aumento di passaggi di forze dell’ordine nella zona, nel quartiere, per fare da deterrente a scorribande di ladri diurni e notturni. I malviventi infatti prendono spesso di mira una zona e commettono più colpi nel giro di pochi giorni.

Stefano Totaro