I volontari salvano un capriolo caduto in un canale all’ex Sipe

Il piccolo è stato notato da alcuni passanti mentre annaspava nell’acqua e poi trascinato fino ad una chiusa: decisivo l’intervento di un volontario che si è tuffato per salvarlo

Un piccolo capriolo, caduto in un canale per l'irrigazione nelle campagne tra Vignola e Spilamberto vicino l'area ex Sipe Nobel, è stato salvato nei giorni scorsi dai volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso di Modena chiamati dai Vigili del Fuoco di Modena.

La segnalazione era arrivata da alcuni passanti che avevano avvistato l'animale annaspare tra la vegetazione nell'acqua gelida del canale, senza alcuna possibilità di risalire visto che in quel tratto l'argine è in muratura e perfettamente verticale.

Arrivati sul posto, i volontari e i Vigili del fuoco sono riusciti a individuare il capriolo che nel frattempo era stato trascinato dalle acque vicino a una chiusa seguita da un dislivello di oltre tre metri.

Un volontario si è buttato immediatamente nel canale riuscendo a catturare il "bambi" pochi attimi prima che la corrente lo trascinasse verso la cascata. Dopo averlo bendato per ridurre lo stress, il piccolo è stato assistito immediatamente per una grave ipotermia; ora è in salvo nella sede del Centro in via Nonantolana 1217 a Modena in attesa di essere liberato, probabilmente in un parco nazionale, insieme ad altri 30 piccoli di capriolo e una giovane cerva salvati nei mesi scorsi dai volontari.

L'associazione opera sulla base di una convenzione con la Provincia di Modena per il recupero della fauna selvatica in difficoltà.

Per le segnalazioni e richieste di intervento sono attivi i numeri telefonici 339 8183676-339 3535192 oppure è possibile chiamare il servizio 118.