Modena, le svuotano il negozio: «Basta furti: vendo la tabaccheria» - VIDEO

Colpo a “Sogni di carta” in via Giardini a Saliceta: un malvivente fa razzia per 10mila euro. La titolare: «Getto la spugna»

«Con questa basta: ho dato abbastanza, getto la spugna... Vendo la tabaccheria». Non ne può più di vivere nel terrore di chiunque entra, al punto da tenere con sé il cane, e non ne può più di furti notturni. È avvilita Giorgia Brandoli, gestore della tabaccheria e cartoleria “Sogni di carta” in via Giardini, all’altezza di Saliceta. Il colpo notturno messo a segno nel suo negozio è una fotocopia di quello avvenuto un anno e mezzo fa. E questa volta il bottino, anche se in parte assicurato, è ingente: diecimila euro.

Deve essere estremamente smilzo il ladro entrato prima dell’alba nel negozio. Con un complice ha forato la parete sul retro, all’interno di un cortile, ma pare che sapessero bene dove colpire con il piccone e il trapano.

«Hanno praticato un foro preciso - spiega la tabaccaia - a mezzo metro da quello del marzo dell’anno scorso. Sapevano che avrebbero trovato un ostacolo, un taglierino attaccato alla parete, e lo hanno smontato. Sapevano soprattutto che da lì sarebbero arrivati al bancone». E dalle immagini della videosorveglianza si capisce bene la destrezza del ladro, pari alla sua magrezza: è passato per un foro quadrato di 40 per 40 centimetri.

Appena è sgusciato dentro, al buio, è strisciato fino al bancone. Dai pochi frammenti di immagini si capisce che ha un cappuccio o un passamontagna calato e indossa i guanti. A suo modo un professionista che sapeva come non lasciare tracce. Si è posizionato dietro il bancone e con le braccia levate, un pezzo alla volta, ha tirato giù dall’espositore 712 pacchetti di sigarette. Poi ha arraffato numerose ricariche telefoniche, 300 euro in banconote e 400 euro in monete (destinate ai videopoker) e soprattutto pacchi di gratta e vinci. Li ha pressi trascinandoli verso il basso - spiega la tabaccaia - si vede anche dalle immagini. Un po’ alla volta ha preso due blocchi da 5 euro, uno da 10 euro e uno da 20 euro. Purtroppo non si possono annullare. Non è una procedura facile». Quindi, se fosse fortunato, il ladro potrà incassare anche eventuali vincite della lotteria istantanea... Non contento, ha rubato anche il computer portatile della tabaccaia, un laptop vecchio ma pieno di dati personali. Il danno è ingente: stando a un primo calcolo si aggira intorno ai 10mila euro.

La Brandoli si è accorta dell’accaduto solo iri mattina al momento dell’apertura: la porta dell’ingresso non era stata scassinata ma, una volta entrata, ha trovato tutto a soqquadro.

La tabaccaia ha chiamato la polizia che ha mandato subito una pattuglia della Squadra volante. Gli agenti hanno fatto le prime indagini e hanno sequestrato il filmato di sorveglianza nel quale il ladro è inquadrato bene, ma è piuttosto improbabile che trovino impronte. È possibile che il ladro sia lo stesso della volta precedente.