Stupro di gruppo a Modena: interrogatori per gli accusati

Domani e martedì si terranno gli interrogatori dei ragazzi coinvolti nell’accusa di stupro di gruppo mossa contro di loro dalla studentessa modenese sedicenne. Quattro di loro saranno ascoltati dal...

Domani e martedì si terranno gli interrogatori dei ragazzi coinvolti nell’accusa di stupro di gruppo mossa contro di loro dalla studentessa modenese sedicenne. Quattro di loro saranno ascoltati dal sostituto procuratore Maria Angela Sighicelli in merito alla serata di inizio agosto durate la quale, secondo la parte offesa, sarebbe avvenuta la violenza sessuale ad opera tre di loro. Dovrà dare risposte precise anche il quarto ragazzo, accusato di aver fatto il palo agli amici che si alternavano nello spogliatoio davanti alla piscina. Il quinto, invece, dovrà rispondere al magistrato della Procura del Tribunale di Minori a Bologna che segue la sua vicenda dal momento che si tratta di un ragazzo di 17 anni.

Le indagini entreranno nel vivo l’11 novembre con l’incidente probatorio presso i Ris di Parma. Quel giorno i carabinieri del celebre reparto scientifico analizzeranno davanti alla Procura, legali e consulenti i tamponi con la saliva prelevati dai carabinieri di Modena la sera di venerdì 18 ottobre presso il comando provinciale. L’analisi sarà importante perché permetterà di stabilire se esiste una compatibilità genetica, sufficiente per la scienza forense, tra il Dna delle loro salive e quello dei campioni prelevati dalla ragazza al momento della denuncia dello stupro.

Proseguiranno anche le convocazioni di testimoni di quella serata presso la polizia giudiziaria dei carabinieri: i ragazzi dovranno raccontare cosa sanno e ricordano di quella serata, soprattutto su quanto si vedeva e si diceva.

Le loro testimonianze potranno contestualizzare meglio il grave episodio denunciato dalla sedicenne. Che ora è tornata a scuola. (Carlo Gregori)