Cognome della mamma: un regalo

Finale. I genitori ottengono il nullaosta: «I Venturini si sarebbero estinti»

FINALE. Emanuele Breveglieri e Anna Venturini hanno due splendidi figli: Angelo Mattia (19 mesi) è il più grande e da poco è arrivata anche la piccola Ginevra. Il 31 ottobre 2013 papà e mamma chiedono al prefetto di Modena di poter modificare il cognome di Angelo Mattia, abbinando quello del padre a quello della mamma. Il nullaosta arriva quasi un anno dopo, esattamente il 23 luglio. Non siamo al caso estremo in cui il figlio prende le generalità materne, ma è comunque un evento assai particolare.

«A dire la verità - racconta mamma Anna - abbiamo voluto fare un regalo al nonno materno. Io sono figlia unica e l’albero genealogico dei Venturini di Massa si sarebbe esaurito con me. Mio padre Guido si è innamorato di Angelo Mattia e così, anche in ricordo del bisnonno Dante, con Emanuele abbiamo fatto richiesta al prefetto».

Ma nella modifica è stata inserita anche la proposta, poi accettata, di tasformare il nome, omettendo d’ora in poi Mattia. «Ha prevalso il senso pratico - continua Anna Venturini - Sarebbe stato davvero troppo lungo il nome Angelo Mattia Breveglieri Venturini e allora abbiamo scelto di togliere un nome. Con mio padre ho detto scherzando: “ma non potevi pensarci prima a dare il nostro cognome a tuo nipote? Avremmo evitato di scegliere il doppio nome...”.

E intanto in prefettura è stato depositata un’analoga richiesta per la piccola Ginevra, che presto acquisirà il doppio cognome.

Francesco Dondi