Canalgrande, il tribunale vuole altri pass

Sosta in centro: mentre il comitato Piazza Roma sollecita un taglio dei 54 posti attuali, gli uffici giudiziari ne chiedono di più

La “guerra” tra residenti di corso Canalgrande e chi in zona ha posti riservati, (procura, tribunale e polizia giudiziaria), forse non è ancora scoppiata ma ci sono tutte le premesse visto che i 54 posti “gialli” riservati a questi lavoratori del centro storico desta sempre più malumore. Basti ricordare che la settimana scorsa in piazza Roma, durante il consueto incontro del sindaco Muzzarelli con i cittadini, l'avvocato Giuliano Zanni e il gioielliere Pietro Blondi hanno sollevato il problema a nome dei residenti. E certo non servirà ad abbassare i toni, tutt'altro, sapere che tribunale e procura hanno chiesto nelle settimane scorse posti auto in più per i giudici, le segretarie, gli agenti, i cancellieri e l'altro personale che dunque rispetto a tutti gli impiegati che lavorano in centro storico sembra avere una “via preferenziale”.

Ma il Comune a quest'ultima richiesta ha risposto di no. Il ragionamento dell'amministrazione è infatti il seguente: «A suo tempo abbiamo assegnato un certo numero di stalli riservati al Tribunale, alla Procura della Repubblica e alle forze di Polizia perché commisurato alle esigenze operative di tali uffici giudiziari, ma ricordiamo che i veicoli ammessi alla sosta sui diversi parcheggi autorizzati dal piano sosta sono individuati dai responsabili degli uffici medesimi». I posti non sono pochi, basta fare quattro conti. L'ufficio sosta del Comune spiega che tra via Cavour e via Emilia - compreso Canalgrande ma non solo lì altrimenti i numeri sarebbero molto più bassi - i posti “blu” (a pagamento) sono in tutto 61 cui si aggiungono 11 stalli bianchi per i residenti a cui se ne aggiungeranno 65 in piazza Roma una volta pedonalizzata definitivamente. Stop. Molti di più i posti i posti riservati nella stessa area. Eccoli: 12 posti riservati al solo Tribunale, 11 posti riservati alla sola Procura, 4 posti riservati alla sola Giudiziaria, 27 posti riservati alla Procura e al Tribunale senza distinzione. Di questi 54 complessivi va però ricordato che “solo” 20 sono riservati in via esclusiva ventiquattrore al giorno: qui dunque non si può parcheggiare nemmeno se i residenti li trovano liberi, con una reazione da parte dei residenti che si può ben immaginare. Tra l'altro, a quanto riferiscono alcuni residenti, pare che qualche operatore della giustizia, magari preso dalla fretta del proprio importante lavoro, lasci l'auto nei pressi dell'ufficio anche fuori dai parcheggi riservati. Ma gli agenti più di una volta avrebbero evitato di elevare multe per evitare “incidenti diplomatici”. Torniamo ai posti “gialli”: gli altri 34 posti sono sì riservati ma solo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 e il sabato dalle 8 alle 14. In zona, ovviamente, non mancano poi spazi riservati a sosta per le bici e motocicli, oltre alle aree di carico e scarico. Dall'ufficio sosta si spiega inoltre che negli ultimi mesi qualche posto per tutti in più è stato ricavato: sei nuovi posti auto (strisce blu) grazie allo spostamento all'interno delle aree militari dei cassonetti dei rifiuti mentre nei prossimi mesi in corso Canalgrande qualche posto in più dovrebbe alla fine essere disponibile.

Stefano Luppi