Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’Osteria Francescana prima in Italia

Bottura raggiunge 19,75/20 staccando tutti. E L’Erba del Re cresce ancora: 16 punti. Terzi: Giusti, La Fefa e Grano di Pepe

La Guida dei Ristoranti dell'Espresso 2015 incorona ancora una volta l Massimo Bottura miglior chef d’Italia: la sua osteria Francescana raggiunge 19,75/20, un quarto di punto dalla perfezione. Nella sezione dei Tre Capelli, Bottura è solo in vetta seguito dal gruppo a 19,5/20 con i ristoranti Casadonna Reale di Castel di Sangro a L’Aquila, l’Hotel Cavalieri La Pergola di Heinz Beck a Roma, Le Calandre di Rubano a Padova e dal Piazza Duomo di Alba a Cuneo. Vissano scivola al piano di sotto, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

La Guida dei Ristoranti dell'Espresso 2015 incorona ancora una volta l Massimo Bottura miglior chef d’Italia: la sua osteria Francescana raggiunge 19,75/20, un quarto di punto dalla perfezione. Nella sezione dei Tre Capelli, Bottura è solo in vetta seguito dal gruppo a 19,5/20 con i ristoranti Casadonna Reale di Castel di Sangro a L’Aquila, l’Hotel Cavalieri La Pergola di Heinz Beck a Roma, Le Calandre di Rubano a Padova e dal Piazza Duomo di Alba a Cuneo. Vissano scivola al piano di sotto, quello dei 19/20 con Combal Zero Uliassi e Villa Crespi. Quello che più continua a stupire della cucina di Bottura e del suo nutrito staff, possiamo dire, è la versatilità nel riadattare le forme del passato verso esperienze mai concluse. Non si tratta di semplice rielaborazione, ma di un processo di ripensamento della ricetta tradizionale che diventa nuova pur salvando la tipicità, come indicano i tre nuovi/antichi piatti (vedi servizio sotto). Oltre a questo strepitoso risultato, la novità della Guida Espresso 2015 è riservata a Luca Marchini e alla sua Erba del Re alla Pomposa: Un Cappello e 16 punti. Un ottimo risultato in regione che lo eleva a livello nazionale per la sua ricerca originale di una cucina gustosa, leggera e essenziale.

Per il resto la guida ripropone una selezione di ristoranti, trattorie, wine bar e l’immancabile pizzeria nonantolana, La Smorfia, con pochi punteggi (molti sono stati proprio aboliti) e tantissime conferme. Terzo posto confermato all’Hosteria Giusti per i sapori emiliani «che qui trovano la loro esaltazione in virtù di una mano leggera nei condimenti e nelle cotture». Pari punteggio, a 14,5, l’Osteria La Fefa, l’eccellente locale finalese di Giovanna Guidetti il cui talento neppure il terremoto ha fermato. È segnalato per una cucina «fatta da una rezdora con un amore che esclude la consuetudine». Terzo ristorante modenese a 14,5 è Il Grano di Pepe, un esperimento che suscita sempre più consenso: portare il mare e i sapori della Sicilia rivisitati a Ravarino .

Sei i locali a 14 punti. A Modena Cucina del Museo, Franceschetta e Strada Facendo. E poi: I Laghi di Paolo Reggiani a Campogallliano, Il 25 a Carpi, Cà Cerfogli a Montecreto e l’Hotel San Rocco a Sestola. Ampio spazio viene dato al pasto con degustazione di vini, wine bar e enoteca che sia. Per le grandi trattorie viene dato spazio a Entrà di Massa Finalese e a Italo di Rubbiara di Nonantola, ma continuano a mancare trattorie di alto livello come a Campogalliano La Barchetta e a Modena Aldina e Ermes.