Luoghi del cuore, Villa Sorra la più votata

stelfranco. Al primo posto in provincia nel concorso del Fai, a sorpresa snobbato il duomo di Modena

CASTELFRANCO. Ha riscosso un grande successo il concorso “I luoghi del cuore” promosso dal Fai che nella provincia di Modena vede in testa, con parecchi voti di vantaggio, Villa Sorra che si colloca al 221° posto della classifica nazionale con (a ieri) 158 voti. Villa Sorra ha surclassato persino il duomo di Modena e piazza Martiri a Carpi. Al secondo posto, ma molto distanziata (75 voti) l’ex Sipe, inserita nella lista come Ex Stabilimento Italiano Prodotti Esplodenti (c’è anche la dicitura Sipe ma non ha ottenuto voti); terzo in provincia Palazzo Borsari di Finale e a seguire la chiesa del Santissimo Rosario di Finale, la Torre dell’Orologio, la pieve romanica di Panzano, il castello dei Pico a Mirandola, la biblioteca Poletti di Modena, il convento di San Nicolò a Carpi e la chiesa di San Francesco di Mirandola al decimo posto. Il duomo di Modena, appunto, ha ottenuto finora solo 10 voti, così come l’abbazia di Nonantola. Nella lista non è stato inserito, ad esempio, il teatro comunale di Modena. C’è tempo fino al 30 novembre per votare, quindi le cose potrebbero cambiare anche di molto. La cosa importante è che l’iniziativa del Fai ha portato alla conoscenza degli italiani tanti luoghi che spesso non c’è modo di conoscere se non visitando a fondo i territori. «Ognuno di noi è emotivamente legato ad un luogo che spesso rappresenta una parte importante della nostra vita e vorrebbe che fosse protetto per sempre”: è il presupposto che ha dato il via al censimento nazionale dei piccoli e grandi tesori del paese. «Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutti i cittadini, di qualsiasi età e nazionalità, di sensibilizzarli nei confronti del nostro patrimonio artistico e paesaggistico e di favorire l’aggregazione e la collaborazione fra comunità e istituzioni al fine di proteggere e valorizzare tale patrimonio» dicono gli organizzatori. Il Fai e Intesa Sanpaolo hanno già dato voce alle migliaia di segnalazioni raccolte: 45 sono stati finora gli interventi di recupero in 15 regioni che hanno restituito a molti luoghi la bellezza originale. In dieci anni di progetto sono state raccolte oltre 1 milione e 800.000 segnalazioni, distribuite in oltre 31.000 luoghi. La prima edizione, lanciata nel 2003, ha aperto la strada al successo dell’iniziativa, ricevendo 24.200 segnalazioni e nel 2004 la partecipazione ha avuto una crescita esponenziale con ben 92.468 segnalazioni raccolte. A partire dal censimento 2004, sono stati introdotti una cadenza biennale e la scelta di un tema diverso per ogni edizione. Nel 2012 è stata resa internazionale l’iniziativa: un milione di segnalazioni provenienti da 123 Paesi. Per votare: http://iluoghidelcuore.it/.(cl.be.)