«Amianto, rilevamenti fermi a fine giugno»

Il comitato: niente aggiornamenti e pubblicazioni assenti da 4 mesi. Incontro pubblico il 15 novembre

Amianto: rischi e soluzioni. Questo il titolo della conferenza che si terrà sabato 15 novembre alla sala congressi di via Peruzzi a partire dalle 16 e che contrassegna l’impegno dell’Osservatorio Nazionale Amianto di Carpi per fare informazione sull’amianto, un problema particolarmente sentito dalla popolazione. La conferenza vedrà susseguirsi come relatori: Ezio Bonanni, presidente nazionale Ona, Giancarlo Ugazio, già docente universitario a Torino, Fiorella Belpoggi, direttrice centro ricerche Cesare Maltoni dell’istituto Ramazzini di Bologna, Ginevra Lombardi, ricercatrice dell’università di Firenze e Giulia Gibertoni, portavoce Ona Emilia Romagna.

«L’appuntamento si propone l’obiettivo di accendere l’attenzione su un tema così importante anche nel nostro territorio. Noi siamo un nucleo di cittadini, che intende essere libero da partiti e condizionamenti esterni. Con questa iniziativa intendiamo ragionare insieme sull’impatto del problema amianto sul territorio e su possibili soluzioni» conferma Cristina Corghi, referente di Ona Carpi. Nel frattempo, ritorna sul problema amianto nell’acqua anche il comitato No Amianto con una nota firmata Sara Rovatti ed Emanuele La Manna. «Da un controllo si evince che non esista un aggiornamento delle rilevazioni di fibre di amianto nella rete idrica lasciando le pubblicazioni ferme al 30 giugno – si legge nella nota - Siamo sconcertati dalla leggerezza con cui si sta procedendo su questo tema non informando la cittadinanza ne sui valori riscontrati nelle ultime analisi - sempre che siano state effettuate - tantomeno sui tempi con cui l’Amministrazione ha intenzione di dare inizio all’inserimento del particolato a base di monossido di zinco. E’ impensabile che gli ultimi esiti resi pubblici si rifacciano ai prelievi di giugno».(s.a.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA