Comunità islamiche «Quelli non sono veri musulmani»

“Come associazione Minhaj al Quran esprimiamo la nostra ferma e massima condanna nei confronti del gesto barbaro compiuto mercoledì a Parigi”. Anche l’imam di Carpi Mashadi Ulham Mustafa, la massima...

“Come associazione Minhaj al Quran esprimiamo la nostra ferma e massima condanna nei confronti del gesto barbaro compiuto mercoledì a Parigi”. Anche l’imam di Carpi Mashadi Ulham Mustafa, la massima autorità dell’associazione musulmana Minhaj al Quran esprime forte partecipazione al dolore dei familiari delle vittime e desidera informare che esiste un’Islam che prende le distanze dall’orribile azione terroristica, fatta nel nome di Allah. “Abbiamo voluto esprimere sdegno, condanna e orrore per quanto accaduto. Quelli non sono veri musulmani – prosegue l’imam – Su scala internazionale, poi, l’associazione Minaj al Quran ha parlato per bocca del nostro leader, dr Tahir ul Qadri, il quale, alle 17.08 dello stesso giorno dell’attentato ha comunicato tutta la nostra disapprovazione attraverso un tweet in inglese: condanno fortemente Parigi #CharlieEbdo terror attack. Questi gesti sono barbari e inumani”.

Sul tema interviene anche la Consulta per l’integrazione delle Terre d’argine. “Il nostro pensiero va, prima di qualsiasi altra cosa, alle vittime della strage che ha fatto del 7 gennaio un giorno triste per tutti coloro che non possono concepire la propria vita disgiunta dalla libertà: di pensare, esprimersi, ridere e dissacrare. La consulta tutta condanna dunque nel modo più assoluto non soltanto gli attentatori, ma l'ideologia di morte e oppressione che ha mosso loro la mano. Nessun arma, nessuna bomba, sono e saranno mai abbastanza potenti da distruggere il bisogno di libertà dell'uomo”. Anche la comunità Islamica di Castelfranco “condanna con la massima fermezza il barbaro attacco terroristico a Parigi al giornale Charlie Hebdo” e raccomanda “ai musulmani di prendere distanze da chi usa l'Islam in un atto così ingiustificabile, perché atti del genere possono generare solo odio tra le persone”.

Serena Arbizzi