Atti vandalici su treni regionali

Colpite carrozze dirette a Rimini e un Parma-Bologna: scaricati estintori con gravi danni e rotti finestrini. Su un treno 60 persone senza biglietto

Tre atti vandalici sono stati commessi nella notte scorsa ai danni di treni regionali con la conseguenza che due carrozze sono finite in officina per le riparazioni e l'inevitabile riduzione dei oisti a sedere per i passeggeri nella giornata di oggi.
Gli episodi, di cui non è stato possibile individuare i responsabili, sono accaduti tutti nella tarda serata di sabato e hanno coinvolto i Regionali 2919 Bologna - Rimini, 2889 Genova - Rimini e 2289 Parma - Bologna.
Nei primi due casi, riscontrati in arrivo nella stazione di Rimini, i vandali hanno scaricato l'estintore di bordo all`interno di due vetture, rendendole inutilizzabili. L`intervento degli operatori della ditta di pulizie ha consentito di recuperare una delle carrozze, mentre per l`altra è stato necessario l`invio in officina. E' stata Inviata in officina anche una vettura del terzo treno colpito dai vandali  a causa della rottura di quattro finestrini.

Questa mattina su un treno è anche stata accertata la presenza di una sessantina di passeggeri sprovvisti di biglietto: è accaduto  a bordo del Regionale 2064 (Ancona - Piacenza) è si è reso necessario l`intervento a Forlì della Polizia Ferroviaria. Il treno è ripartito con circa a 30 minuti di ritardo.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi