Dissesto idrogeologico: arrivano 27 milioni

Dalla Regione stanziati 27 milioni in particolare per l’adeguamento della cassa di espansione del Secchia e degli argini del Panaro

MODENA. Ventisette milioni di euro sono in arrivo dalla Regione Emilia-Romagna per la sicurezza idraulica modenese, in particolare per l'adeguamento della cassa di espansione del fiume Secchia e sugli argini del fiume Panaro. I finanziamenti, previsti in una ordinanza che sarà firmata dal governatore Stefano Bonaccini - precisa la Provincia di Modena in una nota - si aggiungono alle risorse in arrivo per interventi di ripristino contro il dissesto idrogeologico, in particolare sulla viabilità provinciale modenese, che ammontano a oltre cinque milioni di euro. Bonaccini, nel fare il punto stamani sull'impegno della Regione contro il dissesto e la sicurezza idraulica, ha sottolineato che «occorre passare dall'emergenza alla prevenzione. Per questo pensiamo a un piano decennale dove affrontare in modo strutturale questi problemi. E gli investimenti nel modenese - aggiunge Bonaccini - sono il riconoscimento per un territorio che ha subito gravi danni».

Il presidente della Provincia e sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha parlato di «investimenti indispensabili sollecitati dagli enti locali per garantire una maggiore sicurezza. Ora occorre accelerare con la realizzazione di tutti gli interventi finanziati». Paola Gazzolo, assessore regionale alla Difesa del suolo, ha ribadito l'importanza «dell'azione di coordinamento con i territori per utilizzare al meglio risorse di provenienza regionale, statale ed europea. Nel nuovo bilancio della Regione, inoltre - ha detto la Gazzolo - abbiamo aumentato del 50 per cento le risorse contro il dissesto, un segnale chiaro della nostra volontà di porre questo tema tra le priorità».