Fragola o ascella? Le caramelle pazze di Riskia il gusto vendute a milioni

Sono l’anima di un gioco creato a Modena che gira il mondo Solo quando le assaggi sai se stai mangiando quella cattiva e tra i ragazzi di tutte le età partono le sfide rigorosamente riprese e lanciate con video su youtube

MODENA. Un fenomeno. Come si dice oggi “virale”. Se sommate le visualizzazioni dei soli video più cliccati su internet supererete quota sei milioni. Tanti, ormai, quante le bustine vendute. Tutto questo ha un nome: Riskia il gusto. È la mania nata per l’omonimo gioco tutto made in Modena che nasce da una moda statunitense e dopo aver conquistato l’Italia si appresta a sbarcare in tutta Europa: assaggiare caramelle apparentemente uguali per colore e forma, ma con gusti diversi. Nasce così un “challenge”, una sfida.

Chi è fortunato mangia il gusto fragola, chi non lo è può trovare più che gusti dei disgusti: si va da alito fetido e erba marcia, fino a caccola viscida, cibo per cani, ascella puzzolente e calzini sporchi. La caramella è inodore, soltanto in bocca si scopre il vero gusto. Giocare è facile: basta comprare in edicola una delle bustine da venti bocconcini gommosi e si comincia, in una sorta di roulette russa della caramella. E la mania ha contagiato migliaia di ragazzi anche a Modena, che oggi si filmano mentre “sfidano” gli amici a suon di caramelle più o meno disgustose.

È l’intuizione geniale, in termini commerciali, dell’azienda modenese Officina Edicola, che ha studiato, voluto e creato questo successo lanciando la moda tra gli adolescenti e senza lasciare nulla al caso.

 

Basta pensare ad una cosa: la produzione delle caramelle è affidata al gruppo Fassi, quelli delle Mental per intenderci, che nascono nel 1936 come azienda farmaceutica. Non ci poteva essere risposta migliore per il primo dubbio degli scettici e dei genitori: in bocca un prodotto che nasce da essenze naturali come qualsiasi altra caramella, semplicemente con un gusto non gradevole.

 

Una scommessa che è subito diventata un successo per il gruppo modenese che a settembre lancerà nuove sfide.

Officina Edicola è la speciale divisione editoriale del gruppo Officina Comunicazione, società modenese specializzata nel settore del “marketing relazionale”. E a proposito di relazioni si può dire che questo prodotto sia perfettamente riuscito dal momento che da quando è stato lanciato i ragazzi passino il tempo girando la ruota delle caramelle: tra le migliaia di video prodotti, quelli più numerosi sono arrivati dalle gite di classe. “Filmate le vostre challenge e condividetele con #riskiailgusto su YouTube e i principali social network”, diceva lo slogan promozionale. E il gioco è fatto, tra l’incredulità anche di alcuni edicolanti che di quelle caramelle, in prima battuta, non volevano nemmeno sentire parlare.

Ma tutto è studiato alla perfezione. Caramella gialla alito fetido o limone fresco; caramella blu calzini sporchi o mora; caramella viola erba marcia o frutti di bosco; caramella verde caccola viscida o mela verde; caramella arancione cibo per cani o arancia rossa, caramella rossa ascella puzzolente o fragola di bosco.

Va detto che Officina Edicola non è nuova a questi exploit. Nel 2008 crea il marchio e le collezioni “Skifidol”, un successo senza precedenti: sono milioni e milioni le bustine di cards, e oltre 10 milioni i barattoli di “Skifidol Slime” e “Skifidol Attak”. Riskia il gusto è già sulla buona strada.

@dvdberti

©RIPRODUZIONE RISERVATA