Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

E il concerto all’alba è piaciuto ai turisti

Nel parco del castello oltre duecento per il risveglio con musica dal vivo. Sarà replicato

SESTOLA. Ha superato ogni attesa il “Concerto all'alba” che ha dato il migliore dei risvegli ieri mattina ai sestolesi con l'esibizione del duo formato da Alice Caravente (arpa) e Giovanni Contri (sax) alle 6 nella splendida cornice del castello e del Parco della Covetta.

E all'improvviso l'alba e le melodie del concerto a Sestola

Nessuno avrebbe scommesso che più di 200 persone si sarebbero alzate alle 5 del mattino per prendere parte all'appuntamento, e invece l'afflusso è stato eccezionale, tanto che gli organizzatori hanno dovuto portare ri ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SESTOLA. Ha superato ogni attesa il “Concerto all'alba” che ha dato il migliore dei risvegli ieri mattina ai sestolesi con l'esibizione del duo formato da Alice Caravente (arpa) e Giovanni Contri (sax) alle 6 nella splendida cornice del castello e del Parco della Covetta.

E all'improvviso l'alba e le melodie del concerto a Sestola

Nessuno avrebbe scommesso che più di 200 persone si sarebbero alzate alle 5 del mattino per prendere parte all'appuntamento, e invece l'afflusso è stato eccezionale, tanto che gli organizzatori hanno dovuto portare rinforzi gastronomici al momento della colazione. Ma tutto lo sforzo organizzativo è stato ampiamente ripagato dalle note altamente suggestive scandite dall'arpa suonata con grande classe dalla Caravente e dal fendente sax di Contri. Melodie stupende mentre la natura dava uno spettacolo stupendo con il sorgere del sole visto in uno scenario che solo dal castello si può apprezzare in tutta la sua magnificenza. Insomma, successo al primo colpo per l'iniziativa promossa dalla Scuola Sci di Sestola con la partecipazione del Banco S. Geminiamo e S.Prospero e la collaborazione di Comune, associazioni Sestola Crea ed E' Scamàdul e Consorzio Albergatori del Cimone, che ha offerto la colazione. E visto l'ottimo risultato, ci si è già dati appuntamento per il prossimo anno: «Lo rifaremo senz'altro – garantisce Luciano Magnani, direttore della Scuola Sci – abbiamo ripreso l'iniziativa dalla tradizione che si porta avanti sulle Dolomiti e il riscontro è stato eccezionale. Anche da noi può diventare un appuntamento fisso».

L'occasione è servita anche a fare scoprire il castello ai turisti, che ne hanno riconosciuto il grande valore architettonico e culturale, non solo per Sestola. Proprio per questo però in tanti hanno evidenziato carenze nella manutenzione in particolare delle mura e dell'antica chiesetta, chiedendosi perché un patrimonio del genere non goda di adeguata considerazione da parte degli enti preposti alla tutela. (d.m.)