Migliaia in piazza a Modena per il concerto omaggio a Pavarotti. File dal pomeriggio

Nicoletta Mantovani con Mario Luzzatto Fegiz in piazza Grande

Migliaia di persone in fila fino dalle prime ore del pomeriggio per il concerto omaggio a Luciano Pavarotti nell'ottavo anniversario della morte. Piazza Grande gremita in tutti i posti per il recital di Massimo Ranieri, Vittorio Grigòlo e di cinque giovani cantanti della Fondazione Pavarotti

MODENA. File fino dal primo pomeriggio agli ingressi alla platea di piazza Grande per il concerto tributo al maestro Pavarotti nell'ottavo anniversario della morte. Migliaia di persone si sono assiepate agli ingressi alla platea, aperti solo dopo le 19. E non sono mancate le polemiche.

Poi, alle 21, come da programma sipario sullo spettacolo.  Sul palco Massimo Ranieri, il tenore Vittorio Grigòlo e cinque giovani cantanti della Fondazione Pavarotti. A condurre la serata Simona Ventura che in mattinata, assieme a Ranieri e Grigòlo si è recata in visita alla Casa Museo di Pavarotti.

La stessa Ventura e Grigòlo nel pomeriggio hanno anche incontrato la stampa raccontando ricordi e aneddoti dei loro incontri con big Luciano. E' stato un maestro sia sul piano artistico che su quello umano, hanno detto entrambi. Il giovane tenore ha ricordato come Pavarotti lo avesse incoraggiato in modo decido e commovente.

Concerto per Pavarotti: il ricordo dei protagonisti

Simona Ventura ha ricordato i tempi del Pavarotti & Friends facendo anche un accenno all'Expo e al ruolo di Modena affermando che questo sarebbe sicuramente piaciuto a Luciano.

VIDEORACCONTO/ Col sole in fronte, Modena celebra Pavarotti