Guida L'Espresso: La pizza top a Modena? È alla “Smorfia”

È l’unica pizzeria della città nella guida dell'Espresso. I titolari: «Tutto il successo è arrivato grazie all’impasto segreto che tramandiamo da generazioni. Da mezzo secolo è quello che differenzia i prodotti migliori della tradizione napoletana»

MODENA.  «Affidarsi alla Smorfia mai come in questo caso appaga». Ci scherza su il recensore della celebre pizzeria di Nonantola e non segnala però che la Smorfia ha raddoppiando cn l’apertura, più di un anno fa, anche in centro storico a Modena, in via Cavallerini.

GARA TRA LE PIZZERIE.  È l’unico locale modenese inserito nella Guida alle migliori pizzerie d’Italia che si trova nella Guida Espresso 2016.  Nella scheda dell’Espresso - che in realtà da anni segnala questa pizzeria in via Roma a Nonantola - si legge: «È qui che la pizza napoletana con pasta ben lievitata, cotta al forno a legna e con bel cornicione non è un sogno». Si segnala la Santa Lucia: niente mozzarella e tanti moscardini adagiata su salsa di pomodoro appena piccante.

«Un ottimo risultato - commenta Vito Luongo, responsabile i sala della pizzeria di Rosa Gatti e famiglia - dovuto al tipo di impasto, unico nel suo genere. Abbiamo una ricetta segreta che da cinquant’anni viene tramandata per ottenere una pizza che rispecchia la vera tradizione napoletana».

A REGGIO DUE SEGNALAZIONI.  Restando in regione, Reggio ha ben due pizzerie segnalate: l’Eco del Mare di Albinea e La Piccola Piedigrotta a Reggio città. Per quanto riguarda la pizzeria di Albinea, si segnala la pasta lievitata addirittura più di un giorno, addirittura “H36”. Farce con zafferano di Navelli e culatello di Zibello e lardo di Patanegra. La piccola piedigrotta in centro storico a Reggio è un ristorante d’atmosfera campana in una piazzetta del centro storico. Pizza con cornicione napoletano, fragrante, ben cotta. Segnalata per l’utilizzo i molti ingredienti naturali particolari come il gambo di papavero selvatico, l’uovo di Parisi, salumi di Capitelli. Previste combinazioni davvero originali, secondo la guida.

ANCHE PIZZE CON KAMUT E FARRO. La pasta è di tre combinazioni: classica, tirata e doppia.Per restare in Emilia (ma al confine romagnolo) a Castelmaggiore di Bologna la guida segala la pizzeria Berberè. Propone una pizza a zero lievito e solo pasta madre con fermentazione naturale a temperatura ambiente della farina attraverso gli zuccheri di frutta. Ne nasce una pizza leggera e a lunga lievitazione. Le pizze sono proposte con impasto fatto di farina semi-integrale macinata a pietra e cereali diversi dal grano, come il kamut e il farro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA